Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

GIUSTIZIA, CAMERA RATIFICA PROTOCOLLO ONU CONTRO LA TORTURA

tortura 25 ottobre 2012

(Public Policy) - Roma, 24 ott - Con 438 voti favorevoli e 8
astenuti la Camera ha approvato la ratifica del Protocollo
opzionale alla Convenzione Onu contro la tortura, firmato a
New York il 18 dicembre 2002 ed entrato in vigore il 22
giugno 2006. L'Italia lo ha firmato il 20 agosto 2003.
"Il Protocollo opzionale - si legge nella proposta di
ratifica C.4765, abbinata al testo votato oggi, primo
firmatario il radicale Matteo Mecacci (eletto nelle fila del
Pd) - prevede l'istituzione di un sistema, operativo a
livello sovranazionale, di ispezioni regolari nei luoghi di
detenzione, per prevenire prima ancora che reprimere il
possibile ricorso alla tortura, in ogni sua forma".

"Il Protocollo prevede quindi - si legge ancora - da un
lato l'istituzione di un sottocomitato per la prevenzione
composto da esperti indipendenti eletti dagli Stati parte e
facente capo al Comitato contro la tortura e, dall'altro,
l'introduzione in ogni Stato parte di un meccanismo
nazionale di prevenzione consistente in uno o più organi
indipendenti, che assicurino la vigilanza nei luoghi in cui
sono eseguite le misure restrittive della libertà
personale".

"Il mandato del sottocomitato - si legge nel testo -
consiste sia nell'effettuare visite nei luoghi ove sono, o
potrebbero essere, persone private della libertà personale e
formulare agli Stati parte raccomandazioni concernenti la
protezione contro la tortura e altre pene e trattamenti
crudeli, inumani o degradanti, sia nel cooperare con i
meccanismi nazionali. Ai meccanismi nazionali di prevenzione
gli Stati parte devono riconoscere almeno la facoltà di
esaminare regolarmente la situazione delle persone private
della libertà, di formulare raccomandazioni alle competenti
autorità e di presentare proposte e osservazioni sulla
legislazione vigente in materia". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata