Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

GIUSTIZIA, DIPACE: PER L'AVVOCATURA DELLO STATO 1.200.000 CAUSE PENDENTI

08 febbraio 2013

(Public Policy) - Roma, 8 feb - Sono circa 1.200.000 le
cause pendenti che vedono impegnata l'Avvocatura dello
Stato. "C'è sproporzione tra la quantità degli affari e le
risorse disponibili. Se nel 1976, quando l'Avvocatura ha
compiuto cento anni, gli affari nuovi erano circa 41 mila,
nel 2012 sono stati ben 155 mila, con una media negli ultimi
dieci anni di circa 175 mila affari. Gli avvocati e
procuratori oggi sono solo 370 unità, di cui soltanto 334 in
servizio".

Parole del nuovo Avvocato generale Michele Giuseppe Dipace,
durante il suo discorso di insediamento pronunciato davanti
al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nel nostro Paese ci sono "diverse centinaia di migliaia di
affari degli anni scorsi ancora pendenti", oltre alle 155
mila cause del 2012, che, secondo Dipace, "implicano una
mole di lavoro imponente per ogni avvocato, con una media di
488 nuovi affari annui pro capite".

Nonostante la carenza di organico Dipace parla anche di
"risultati positivi", ricordando i 346 affari trattati nel
2012 dinanzi ai giudici comunitari, tra cui la controversa
questione dell'esposizione del crocifisso nelle aule
scolastiche.

A livello nazionale, nel 2012, sono stati trattati
dall'Avvocatura dello Stato 642 giudizi davanti alla
Consulta, tra cui quello sulla fecondazione assistita
eterologa e il conflitto di attribuzione tra Quirinale e
Procura di Palermo sulle intercettazioni.

In Cassazione il contenzioso dello Stato "ha rappresentato
oltre un terzo di tutto quello all'esame della Suprema Corte
e, di questo terzo, circa il 90% è costituito dal
contenzioso tributario", ha detto Dipace. Dalle statistiche
del 2012, emerge l'elevata entità del contenzioso di
pertinenza dell'Agenzia delle entrate e l'esito dei giudizi
si conferma favorevole all'erario, con una percentuale di
vittoria di oltre il 70%.

COS'È L'AVVOCATURA DELLO STATO
L'Avvocatura, istituita con il regio decreto 30 novembre
1933 n. 1611, è l'organo legale dello Stato al quale sono
assegnati compiti di consulenza giuridica e di difesa delle
Amministrazioni statali in tutti i giudizi civili, penali,
amministrativi, comunitari e internazionali. (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata