Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

GIUSTIZIA LENTA: I PARLAMENTARI RADICALI CHIEDONO AL MINISTERO DATI PRECISI

17 aprile 2012

(Public Policy) - Roma 12 aprile 2012 - Dati precisi sulla giustizia italiana e sulla situazione dei procedimenti pendenti: lo chiedono al ministro della Giustizia i deputati radicali, con un'interrogazione a risposta in Commissione. La richiesta prende spunto dai numeri illustrati dallo stesso ministero il 17 gennaio 2012, che rappresentavano “una situazione preoccupante sia in ordine all'arretrato da smaltire (quasi 9 milioni di processi) sia con riferimento ai tempi (nel civile sette anni e tre mesi, nel penale quattro anni e nove mesi)”.


Il gruppo di parlamentari radicali (eletti nelle file del Pd) chiedono al ministro Paola Severino precisazioni sul numero di arretrati nel penale (3.4 milioni), per capire se in quel numero siano compresi anche i procedimenti contro ignoti. In particolare si soffermano sui dati distretto per distretto, chiedendo tempi e arretrati dei processi penali suddivisi per zone, fattispecie di reato e frequenza delle prescrizioni. Lo stesso per quanto riguarda i processi civili: i radicali chiedono cifre precise su arretrato e tempi di definizione in ciascun distretto negli ultimi cinque anni.

© Riproduzione riservata