Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Al ministero dell'Economia ci sarà un 'mini rimpasto'?

nomine 08 aprile 2015

aggiornamento 11 aprile 2015

ROMA (Public Policy) - di Viola Contursi - L'attuale sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, potrebbe lasciare il Mef per prendere il posto di Francesco Boccia (della minoranza Pd) alla presidenza della commissione Bilancio della Camera. Questa, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, una delle ipotesi che si starebbe vagliando in casa Pd in vista del rinnovo delle commissioni parlamentari, previsto dai regolamenti di Camera e Senato dopo due anni di legislatura.

Nel mosaico del mini rimpasto di governo con cui Matteo Renzi è alle prese (dopo il passaggio di Graziano Delrio al Mit,  e di Claudio De Vincenti a Chigi, rimane vacante la poltrona di di ministro degli Affari regionali) potrebbe dunque aggiungersi anche questo spostamento. Il regolamento della Camera, al comma 5 dell'articolo 20, stabilisce che "dalla data della loro costituzione, le commissioni permanenti sono rinnovate ogni biennio e i loro componenti possono essere riconfermati". Le commissioni durante questa legislatura vennero costituite all'inizio di maggio. Nello specifico la commissione Bilancio elesse il suo presidente il 7 maggio del 2013.

Se Baretta dovesse essere richiamato per prendere il posto di Boccia a presiedere la Bilancio di Montecitorio, il governo dovrebbe rimpiazzarlo al Mef. Un nome per rimpiazzarlo, eventualmente, potrebbe essere quello di Ettore Rosato, attuale vicepresidente del gruppo Pd Camera e componente della commissione Bilancio.

Per quanto riguarda invece il nome, di Ncd, del nuovo ministro agli Affari regionali, prende quota la candidatura di Federica Chiavaroli ma è possibile che Matteo Renzi voglia rinviare la decisione a dopo l'election day del 31 maggio. (Public Policy)

@VioC

© Riproduzione riservata