Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Governo, Braga (Pd): lavoro di Guerra su Piano antiviolenza non sarà disperso

guerra 17 febbraio 2014

ROMA (Public Policy) - "Il suo lavoro (di Maria Cecilia Guerra, nella foto; Ndr) non verrà disperso ma portato a compimento e valorizzato perché fa parte del completamento necessario per dare ragione anche dell'intervento fatto sul codice penale con il decreto Femminicidio". Lo dichiara Chiara Braga, responsabile Ambiente nella segreteria Pd e deputata.

"Uno dei primi atti che il Parlamento ha ratificato è stata la ratifica della convenzione di Istanbul sui temi della prevenzione della violenza di genere - continua Braga - Quando abbiamo approvato la norma sul femminicidio eravamo consapevoli che quello poteva essere solo parte della risposta ed era fondamentale mettere in campo un Piano di azione nazionale, soprattutto sul tema della prevenzione, della formazione culturale e sui centri antiviolenza (il piano è alle ultime fasi ma non ancora emanato; Ndr). Mi pare che il viceministro Guerra ha lavorato molto e con grande intensità, non vedo perché non si debba proseguire sulla strada tracciata che mi sembra la strada giusta, portare avanti misure repressive ma soprattutto preventive". Se Guerra sarà sostituita e chi prenderà il suo posto Braga non commenta: "Sono ancora in corso le consultazioni, c'è la disponibilità massima da parte di Renzi a formare una squadra di governo all'altezza delle tante sfide che abbiamo avanti". (Public Policy)

LAP

© Riproduzione riservata