Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

GOVERNO, FDI RACCOGLIE FIRME PER MOZIONE DI SFIDUCIA A LETTA

GOVERNO, FDI RACCOGLIE FIRME PER MOZIONE DI SFIDUCIA A LETTA 01 ottobre 2013

GOVERNO, FDI RACCOGLIE FIRME PER MOZIONE DI SFIDUCIA A LETTA

foto La Presse

(Public Policy) - Roma, 1 ott - Fratelli d'Italia sta
raccogliendo le firme dei deputati di ogni schieramento per
una mozione di sfiducia al governo Letta. Lo ha annunciato
il capogruppo Giorgia Meloni, in una conferenza stampa lampo
cui hanno partecipato il presidente Ignazio La Russa e il
coordinatore Guido Crosetto.

"Stiamo seguendo basiti l'andamento della presunta crisi di
governo" ha detto Meloni, "tra le varie informazioni che
circolano, quella secondo cui Letta non voglia chiedere il
voto di fiducia alle Camere. Per noi
- ha incalzato il capogruppo - non è neanche da
prendere in considerazione l'ipotesi che Letta non verifichi
la possibilità di avere i numeri per andare avanti. In ogni
caso, noi voteremo contro, coerentemente alla nostra
posizione di sempre".

Volente o nolente, il presidente del Consiglio deve venire
in Parlamento a 'parlamentarizzare' la crisi, "Fratelli
d'Italia - aggiunge Meloni- sta raccogliendo le firme dei
deputati in ordine alfabetico
e di tutti gli schieramenti,
compresi Movimento 5 Stelle e Sel, per fare un'iniziativa
comune di tutte le opposizioni".

Iniziativa analoga sta facendo in Senato il leghista
Roberto Calderoli.

"Il Governo può reggersi soltanto su maggioranze solide e
solidali. In questo esecutivo ci sono persone che, nella
migliore delle ipotesi, vogliono vedere l'altro finire in
galera
". E sulla legge elettorale Meloni insiste: "Vogliamo
una legge elettorale dignitosa in cui i cittadini possano
scegliere il presidente del Consiglio e il parlamentare".

La Russa ha spiegato che la mozione è aperta anche ai
deputati del Pdl e del Pd
. Ma alla domanda se ci siano stati
contatti con esponenti del Pdl, Crosetto risponde: "Il Pdl
non esiste più è finito un mese fa", mentre La Russa
osserva: "La situazione è talmente caotica che parlare con
gli altri è un'esercitazione retorica: si rischia di essere
superati un secondo dopo dagli eventi". (Public Policy)

SAF

© Riproduzione riservata