Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

GOVERNO LETTA: COSA EREDITA DAL GOVERNO MONTI

IL PATTO DI MONTI 02 maggio 2013

Quirinale, Giuramento del nuovo Presidente del Consiglio. Enrico Letta ministri governo

DAI DECRETI LEGGE E COMUNTARIA 2013 ALLE RATIFICHE INTERNAZIONALI

(Public Policy) - Roma, 2 mag - Tre decreti legge, due
disegni di legge comunitari, una contenente una legge
delega, e cinque ratifiche internazionali. Sono questi i
provvedimenti deliberati dal Governo Monti che il nuovo
Esecutivo guidato da Enrico Letta dovrà seguire in
Parlamento (oltre al Def il cui via libera delle Camere
potrebbe arrivare il 6 maggio).

I DECRETI LEGGE
Tra i provvedimenti urgenti, il primo in ordine di
deliberazione è il decreto legge in materia sanitaria
(AC734), deliberato dal Consiglio dei ministri il 21 marzo
2013 con scadenza il 25 maggio. Approvato dal Senato, ora è
all'esame della commissione speciale della Camera.

Il secondo, quello più rilevante, è il decreto legge sul
pagamento dei debiti della Pa, deliberato dal Cdm il 6
aprile, scade il 7 giugno. Il provvedimento è all'esame
della Commissione speciale (AC 676) e deve essere ancora
portato in aula per poi passare all'esame dell'altro ramo
del Parlamento, il Senato, ed esaminato dalla Commissione
speciale, o - se verranno istituite le commissioni
permanenti - dalla commissione Bilancio.

Infine tra i provvedimenti d'urgenza, il decreto legge
sulle emergenze per l'area di Piombino, per le aree
terremotate dell'Emilia e dell'Abruzzo, per i rifiuti di
Palermo e Campania, e l'Expo 2015. Varato il 24 aprile, è
stato l'ultimo dl che porta la firma di Mario Monti.

Il provvedimento, promulgato dal capo dello Stato il 26
aprile e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ancorché
trasmesso al Senato, non è stato ancora annunciato in aula
di Palazzo Madama. È probabile che si attenda, anche per
questo provvedimento, l'istituzione delle commissioni
permanenti per il relativo esame.

I DISEGNI DI LEGGE
Sono soltanto due i disegni di legge del Governo Monti
ereditati dal nuovo Governo, si tratta di due provvedimenti
estremamente importanti: Disposizioni per l'adempimento
degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia
all'Ue - Legge europea 2013 e delega al governo per il
recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri
atti dell'Ue. Entrambi deliberati dal Consiglio dei ministri
il 27 marzo, sono autorizzati dal capo dello Stato per la
presentazione il 26 aprile.

LE RATIFICHE INTERNAZIONALI
Cinque i ddl di ratifica deliberati dal Consiglio dei
ministri tra il 26 febbraio e il 18 aprile.

Si tratta della ratifica dell'Accordo tra la Repubblica di
Albania, la Repubblica greca e la Repubblica italiana sul
progetto "Trans Adriatic pipeline"; "Ratifica ed esecuzione
dell'Accordo tra il governo e la Repubblica italiana e il
governo della Repubblica Lituania in materia di
rappresentanza diplomatica; Ratifica e convenzione
Italia-San Marino per le doppie imposizioni in materia di
imposte sul reddito e prevenire le frodi fiscali;

Ratifica ed esecuzione Protocollo d'intesa Italia-Organizzazione
Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura
relativo al funzionamento in Italia, a Perugia, dell'Unesco
e - infine - Ratifica ed esecuzione della Convenzione
Organizzazione internazionale del Lavoro (Oil) n.186 sul
lavoro marittimo nel corso della 94^ sessione della
conferenza generale dell'Oil. (Public Policy)

SAF

© Riproduzione riservata