Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Governo, tra nuove nomine ipotesi cambi a Ragioneria Stato e Agenzia entrate

renzi 21 febbraio 2014

ROMA (Public Policy) - Matteo Renzi a breve (probabilmente nel pomeriggio, alle 16) salirà al Quirinale per sciogliere le riserve e per consegnare al presidente Giorgio Napolitano la lista dei ministri. Ma oltre ai responsabili dei nuovi dicasteri il presidente del Consiglio incaricato è a lavoro - riferisce una fonte del Pd - "anche per un 'repulisti' generale dei dirigenti e dei tecnici nei ministeri".

Il primo nome in bilico - dice la fonte - è quello del Ragioniere generale dello Stato Daniele Franco, "che non piace a Renzi". Ma non solo, perché nel mirino del nuovo esecutivo ci sarebbe, a quanto riferisce un'altra fonte Pd, anche l'Agenzia delle entrate. Il primo nome che potrebbe essere cambiato "è quello del direttore generale Attilio Befera".

Certo è che Renzi in questi giorni ha lavorato non solo alla nuova compagine di Governo ma anche a possibili nuove nomine di capi di gabinetto e di dirigenti. Tra i ministeri che potrebbero subire più cambiamenti - dice un deputato renziano - "ci sono quello dell'Economia e per i Rapporti con il Parlamento". Per quest'ultimo non verrà riconfermato Dario Franceschini, che - dicono alcune fonti a lui vicine - avrebbe invece optato per il ministero dei Beni culturali (anche se oggi fonti Pd parlano del dicastero della Giustizia). Ma quel ministero - dicono - "è il cimitero degli elefanti, per questo è più verosimile che Renzi lo collochi o alla Giustizia o al ministero dell'Interno". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata