Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Governo, operative deleghe Mef: a Casero-Zanetti il fisco, a Legnini i giochi

mef 22 aprile 2014

ROMA (Public Policy) - Sono operative da venerdì le deleghe a viceministri e sottosegretario del ministero dell'Economia. Come anticipato da Public Policy il viceministro Luigi Casero manterrà la delega al Fisco mentre al viceministro Enrico Morando sono state affidate la deleghe che erano di Stefano Fassina (ad eccezione del Cipe), quindi predisposizione del Def e della legge di Stabilità e questioni in materia di debito pubblico, Cdp, sviluppo.

Per quanto riguarda i sottosegretari, Giovanni Legnini (come scrive lui stesso sul blog) si occuperà dei profili finanziari delle politiche di coesione interna ed europea e delle politiche finalizzate alla ricostruzione e allo sviluppo della città dell'Aquila e dei territori abruzzesi colpiti dal sisma del 6 aprile 2009. Inoltre si occuperà del monitoraggio e delle questioni inerenti all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, compresi i giochi, delle attività del Cipe, del monitoraggio dei piani di rientro degli enti locali, compresa Roma Capitale.

Inoltre, sempre Legnini è stato delegato a seguire, insieme con il viceministro Enrico Morando, i lavori delle commissioni Bilancio di Camera e Senato. A Pier Paolo Baretta è stata invece affidata la delega alla valorizzazione del patrimonio pubblico, questioni che rientrano nelle competenze dell'Agenzia del demanio, Patto di stabilità e questioni che riguardano il personale Mef. Enrico Zanetti ha invece la delega al fisco come vice di Casero (si occuperà di agenzie fiscali, contenzioso tributario, rendite finanziarie e revisori dei conti), all'attuazione del federalismo fiscale, alla predisposizione del bilancio della Comunità europea.

Altre deleghe di competenza diretta di Zanetti sono il patto per la salute, la fiscalità dei mercati finanziari, l'antiriciclaggio e la revisione legale. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata