Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il Governo ha un problema con il servizio di babysitting

babysitting 24 marzo 2017

ROMA (Public Policy) - Governo e maggioranza lavorano per trovare una soluzione per ripristinare il contributo per il servizio di babysitting, venuto meno con la cancellazione dei voucher. A quanto si apprende da fonti della maggioranza la norma potrebbe essere "salvata" o con emendamento al dl sui buoni lavoro oppure in un futuro decreto ministeriale.

Il contributo era stato introdotto da una legge del Governo Monti e stabiliva il riconoscimento alle mamme lavoratrici, per un periodo di 11 mesi successivo alla maternità, la corresponsione di voucher per l'acquisto di servizi di baby-sitting, ovvero per fare fronte agli oneri dell'assilo (pubblico o privato), da richiedere al datore di lavoro.

Il beneficio è stato prorogato fino al 2018 dall'ultima legge di Bilancio. Poiché la disposizione fa espresso richiamo ai voucher, e a uno degli articoli del Jobs act abrogati, "la normativa relativa al contributo per il servizio di babysitting risulta priva di parte della propria disciplina attuativa, compromettendone l'applicabilità", sottolinea il dossier. (Public Policy) FRA-SOR

© Riproduzione riservata