Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Grecia, Gozi dice 'no' a un vertice sul debito: ma l'Italia "non vuole strangolare" Atene

ue 02 febbraio 2015

ROMA (Public Policy) - "Il governo italiano attende con grande interesse la visita in Italia del primo ministro greco Alexis Tsipras", anche perché "siamo particolarmente interessati a vedere quello che proporranno, sia Alexis Tsipras che il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, sulle relazioni greco-europee, in particolare in termini di un nuovo, grande processo per la ‘governance’ politica dell’euro". Ma "per stabilire la strada giusta per un’alternativa non è necessario tenere un vertice sul debito, tanto più che molti in Europa sono contro questa soluzione, che necessita l’approvazione di almeno 19 Paesi". Lo scrive su Facebook il sottosegretario con delega agli Affari europei, Sandro Gozi.

"Il cambio di governo ad Atene è particolarmente importante, e noi - precisa Gozi - siamo pronti ad ascoltare con interesse e sinceramente le richieste e le proposte del governo greco. L’Italia ritiene che le elezioni nazionali non sono solo una parentesi democratica. Un paese deve continuare a seguire la linea del precedente governo ha tracciato".

"L’Italia - si legge ancora nel post di Gozi - è uno dei creditori della Grecia, ma vuole adottare una posizione logica e non strangolare il proprio debitore. Il governo italiano vuole capire in dettaglio ciò che quello greco propone come alternativa alla troika dei suoi creditori e come l’Italia e gli altri creditori possono aiutare. E’ evidente che le ricette adottate negli ultimi anni sono state insufficienti. Altrimenti il debito pubblico della Grecia sarebbe diminuito invece di aumentare, come è avvenuto, mentre noi dobbiamo avere una realtà sociale produttiva. Ma non è quello che è successo. Alexis Tsipras e Matteo Renzi, anche se affrontano le cose in modo diverso, rappresentano i più forti messaggi di cambiamento e innovazione politica che l’Europa ha espresso lo scorso anno". (Public Policy) RED

© Riproduzione riservata