Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

IDROCARBURI, PD AL GOVERNO: PERMETTERETE L'INSTALLAZIONE DI NUOVE PIATTAFORME?

energia 19 giugno 2013

IDROCARBURI, PD AL GOVERNO: PERMETTERETE L'INSTALLAZIONE DI NUOVE PIATTAFORME?

(Public Policy) - Roma, 18 giu - Il Governo e i ministri
dell'Ambiente e dello Sviluppo economico intendono
"scongiurare l'installazione" di piattaforme finalizzate
alla ricerca di idrocarburi nel Mar Ionio?

Con un'interrogazione presentata alla Camera, il Partito
democratico chiede conto all'Esecutivo Letta e ai ministri
Andrea Orlando e Flavio Zanonato dell'autorizzazione
richiesta dalla Shell Italia (e da altre compagnie
petrolifere) "per l'esecuzione delle trivellazioni al largo
delle coste del Mar Ionio comprese tra il Golfo di Taranto e
quello di Sibari, comprese le relative procedure di Via
(Valutazione impatto ambientale; Ndr)".

Tra le motivazioni esposte per non rilasciare le
concessioni, la deputata Pd Stefania Covello (prima
firmataria dell'interrogazione) scrive: "Tutti i Comuni
costieri hanno avviato iniziative turistiche ecosostenibili
inconciliabili con la ricerca degli idrocarburi al largo
della costa jonica, in quanto essa altererebbe il paesaggio
nonché la stessa salubrità delle acque fra le più pulite e
trasparenti del Mediterraneo".

I Comuni interessati, infatti, "hanno formalmente
deliberato la loro ferma opposizione" alle trivellazioni,
"considerato il rilevante impatto ambientale e la vocazione
turistica del territorio che verrebbe compromesso da
un'eventuale attività estrattiva". E ancora: "Le
trivellazioni sarebbero pregiudizievoli per ogni possibilità
di sviluppo del litorale ionico calabrese e del suo
comprensorio con gravi danni sia dal punto di vista
turistico che agricolo e economico".

In conclusione secondo gli interroganti Pd, la Regione
Calabria ad oggi non ha adottato alcun provvedimento diretto
a scongiurare "il pericolo delle trivellazioni". (Public
Policy)

SOR

© Riproduzione riservata