Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il decreto enti locali è entrato in vigore, ecco le novità

piccoli-comuni-679x340 23 agosto 2016

di Viola Contursi

ROMA (Public Policy) - Dall'allegerimento delle sanzioni anche per i Comuni che hanno sforato il patto di stabilità nel 2015, alle risorse per le vittime del disastro ferroviario in Puglia e per alleviare sui Comuni il peso delle penali altissime previste per l'estinzione anticipata dei mutui con Cdp. E poi riammissione a rate per il pagamento delle cartelle Equitalia per chi già decaduto, sospensione dell'aumento sull'addizionale comunale per le tasse di imbarco aereo (chiesta in particolare da vettori low cost come Ryanair e EasyJet), nuove assunzioni nei Vigili del fuoco, 'salvezza' per gli stabilimenti balneari, dopo che l'Europa ha bocciato la proroga automatica fino al 2020.

Queste alcune delle principali misure introdotte dal Parlamento nel decreto Enti locali, approvato in via definitiva lo scorso 2 agosto, e che, con l'entrata in vigore della legge a partire da domenica, sono ora realtà. Il decreto è quello che contiene anche l'alleggerimento delle sanzioni per le province e le città metropolitane che hanno sforato il patto nel 2015, assunzioni di maestre di asili nido, misure per i comuni colpiti da calamità naturali, patto con la Sicilia e con la Valle d'Aosta, proroga fino a fine anno dell'affidamento a Equitalia della riscossione negli enti locali. Vediamo le principali novità contenute nel decreto:

RATE CARTELLE EQUITALIA ANCHE PER CHI DECADUTO - Può essere riammesso al piano di rateizzazione per il pagamento delle cartelle Equitalia anche chi, per mancati pagamenti pregressi, è decaduto da questo diritto entro il 1° luglio 2016, per piani di rate concessi prima o dopo dell'entrata in vigore del dlgs Riscossione dell'autunno 2015. La riapertura riguarda anche gli avvisi di accertamento dell'Agenzia delle Entrate. Il nuovo piano potrà essere di massimo 72 rate salvo il precedente piano non disponesse diversamente.

10 MLN PER DISASTRO PUGLIA - Arrivano 10 milioni di euro per quest'anno per 'speciali elargizioni' in favore delle famiglie delle vittime del disastro ferroviario di Andria-Corato, a nord di Bari, del 12 luglio scorso, e dei feriti gravi e gravissimi. Si prevede di destinare almeno 200mila euro a ogni famiglia delle vittime e ai feriti una cifra proporzionale alla gravità delle lesioni, in base anche allo status economico.

FINO A 140 MLN PER ESTINZIONE MUTUI COMUNI CON CDP - Viene creato al Viminale un fondo che potrà arrivare a circa 140 milioni di euro in tre anni per erogare dei contributi ai comuni per l'estinzione anticipata, totale o parziale, di mutui e prestiti obbligazionari accesi con Cdp. Così da attutire il peso delle penali previste. La notazione iniziale del fondo sarà di 14 milioni di euro nel 2016 (aumentabili a 40 milioni grazie alle risorse rivenienti dalle sanzioni ai comuni che hanno sforato il patto di stabilità interno nel 2015), 48 milioni di euro nel 2017 e 48 milioni nel 2018.

'SALVI' STABILIMENTI SPIAGGE - Dopo che la Corte di giustizia europea ha bocciato la proroga automatica delle concessioni per gli stabilimenti balneari fino al 2020, sono resi 'validi i rapporti già instaurati e pendenti', ovvero le concessioni in atto degli stabilimenti balneari, fino al 2020 'nelle more della revisione e del riordino della materia in conformità ai principi di derivazione comunitaria', che dovrebbe completarsi nel 2017, per 'garantire certezza alle situazioni giuridiche in atto, e assicurare l'interesse pubblico all'ordinata gestione del demanio'.

'SALVA' VOLI LOW COST: STOP AUMENTI IN 2016 - Stop dal 1° settembre di quest'anno e fino a fine 2016 all'incremento dell'addizionale comunale sui diritti di imbarco aeroportuali. Questo per 'sostenere le prospettive di crescita del settore aereo e ridurre gli oneri a carico dei passeggeri'. Nel 2019 la stessa addizionale comunale sui diritti d'imbarco sarà incrementata di 0,32 euro (le entrate andranno al Fondo speciale per il sostegno del reddito e dell'occupazione del personale del settore del trasporto aereo). Questo incremento potrà 'essere rideterminato in riduzione'.

ASSUNZIONE 193 VVF, AUMENTO DOTAZIONE E MEZZI - In via eccezionale quest'anno potranno essere assunti 193 nuovi Vigili del fuoco, nei ruoli iniziali, a valere sulle facoltà assunzionali del 2017 con decorrenza 31 dicembre 2016, attingendo in parti uguali alle graduatorie in vigore. Inoltre la dotazione organica della qualifica di vigile del fuoco viene incrementata di 400 unità.(Public Policy) VIC

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata