Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Perché è saltata la trattativa tra Ilva e Arcelor-Marcegaglia

Ilva 20 marzo 2015

ROMA (Public Policy) - "Con riferimento all'interessamento da

parte del gruppo euro-asiatico Arcelor Mittal, in cordata con la società italiana Marcegaglia, il commissario" Ilva, "dopo numerosi incontri, ha ricevuto una manifestazione di interesse nella quale è stata evidenziata la necessità, da parte di Arcelor Mittal/Marcegaglia, di ottenere idonee garanzie al fine di rimuovere, prima dell'invio di una loro offerta vincolante, alcune rilevanti criticità". Lo ha ricordato il viceministro dello Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, rispondendo a un'interrogazione della Lega Nord in commissione Attività produttive alla Camera.

Tra le criticità, ha ricordato De Vincenti, c'erano "la definizione delle problematiche giudiziarie sui beni di proprietà del gruppo Ilva, il conseguimento di una Aia avente una durata pari a 16 anni dalla data di acquisto dell'azienda e l'ottenimento di una netta separazione giuridica al fine di eliminare qualsiasi responsabilità e passività derivanti dalle problematiche ambientali, finanziarie e giudiziarie del gruppo Ilva".

"Tali condizioni - ha concluso - hanno quindi decretato il non soddisfacente esito delle trattative di cui sopra e ciò, unitamente all'ormai critica situazione patrimoniale e finanziaria dell'Ilva Spa, ha comportato, come è noto, l'inevitabile richiesta di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria". (Public Policy) VIC

© Riproduzione riservata