Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Bonino e l'immigrazione: l'Italia inizi dai suoi centri

cie 20 maggio 2015

ROMA (Public Policy) - "La posizione Juncker" sull'immigrazione "va sostenuta, anche da parte nostra con una maggiore aderenza ai principi internazionali per quanto riguarda i centri di accoglienza: mettersi in regola aiuta". Lo ha detto l'ex ministro degli Esteri, leader Radicale, Emma Bonino, nel corso di un'audizione in 3a commissione al Senato, nell'ambito dell'affare assegnato sul "Mediterraneo e l'interesse nazionale".

Per quanto riguarda la proposta approvata in ambito europeo, in materia di sicurezza e difesa, ha aggiunto Bonino, "ricalca una proposta che facemmo con il governo Letta, dopo la prima tragedia di Lampedusa. Ma allora la Libia aveva un governo, seppur fragile. Oggi non è così, ed è indispensabile una risoluzione Onu, il cui livello di negoziato è complesso, anche perché non è chiaro nè facile dirlo prima, cosa vogliamo fare".

"In tutto il mondo - ha concluso Bonino - c'è la tragedia dell'immigrazione, si tratta di esodi epocali e credo che faremmo bene a cominciare a vedere questi mutamenti come strutturali e non come momenti di crisi". (Public Policy) GAV

tutto quello che ha detto Bonino in audizione - in abbonamento

© Riproduzione riservata