Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

IMU, IN DL VIA PRIMA RATA. PER SECONDA IMPEGNO ABOLIZIONE IN LEGGE STABILITÀ

IMU, STAGNARO: RETROATTIVITÀ RIDUZIONE DETRAZIONI DEROGA STATUTO CONTRIBUENTE 28 agosto 2013

IMU, CONSIGLIO DEI MINISTRI ALLE 17. NELL'ORDINE DEL GIORNO ANCHE CIG

(Public Policy) - Roma, 28 ago - Abolizione della prima rata
dell'Imu
di giugno 2013 e impegno ad abolire quella di
dicembre, rimandando però la definizione del 'come' alla
legge di Stabilità. Questo, secondo quanto rivela una fonte
di governo a Public Policy, quanto sarà contenuto nel
decreto sull'Imu atteso nel Cdm di oggi, convocato per le
17.

Un decreto che conterrà anche indicazioni sulla Service tax
(la tassa sui servizi che dovrebbe entrare in vigore dal
2014 e quindi includere l'Imu) e rifinanzierà una prima
tranche della Cassa integrazione guadagni (Cig).

Secondo la fonte, il Governo ha trovato tutte le risorse
per abolire la prima rata dell'Imu (quella di giugno, che
finora è stata solo sospesa) e per rifinanziare una prima
tranche (si parla di un 50%) della Cassa integrazione
guadagni. L'Esecutivo però è ancora a lavoro, a quanto si
apprende, per trovare le coperture necessarie per abolire
anche la rata dell'Imu di dicembre.

Con molta probabilità, rivela quindi la fonte, nel decreto
che uscirà oggi da Palazzo Chigi verrà stabilita
l'abolizione solo della rata di giugno, mettendo però nero
su bianco un impegno del Governo per abolire anche la rata
di dicembre, ma rimandando la definizione del 'come' alla
Finanziaria.

Per quanto riguarda le coperture trovate, la fonte rivela
che il decreto sarà finanziato in quota parte da una sanatoria
per chiudere i contenziosi con i possessori di slot machine;
da tagli alla Pubblica amministrazione; dal gettito Iva
derivante dal pagamento dei debiti Pa. Ci sarà poi anche
l'aumento di alcune accise (si parla di benzina e alcolici),
su cui però "si sta tentando - dice la fonte - di incidere
il meno possibile".

COSTITUITA SERVICE TAX. SARÀ DEFINITA NELLA LEGGE DI STABILITÀ

La Service tax, la tassa sui "servizi indivisibili" dei Comuni che dovrebbe nascere
dal 2014, sarà "costituita" nel decreto atteso al Consiglio
dei ministri di oggi (dl su Imu e rifinanziamento della Cig)
ma verrà poi definita nell'ambito della legge di stabilità.
Che dovrà essere varata entro il 15 ottobre. Lo rivela a
Public Policy una fonte di governo.

Nel dl che uscirà stasera dal Cdm, quindi, oltre
all'abolizione della rata Imu 2013 di giugno e dell'impegno
ad abolire quella di dicembre (vedi Public Policy "IMU, IN
DL VIA...", delle 15,46), si parlerà anche della nascita
della Service tax, rimandandone però parametri e definizione
alla legge di stabilità.

RIFINANZIATO 50% CIG. IPOTESI SECONDA TRANCHE IN LEGGE STABILITÀ

Sarà rifinanziata solo una prima tranche della Cassa integrazione guadagni (Cig) nel
decreto in materia di Imu, immobili e Cig che uscirà oggi da palazzo Chigi (vedi Public Policy "IMU, IN DL VIA PRIMA...",
delle 15,46). Lo si apprende da fonti di governo.
La prima tranche sarà di circa il 50% e servirà a coprire
la Cig per i prossimi mesi, in attesa di rifinanziare le
restanti risorse con un decreto ad hoc a parte o nella legge
di stabilità.

 

IMU, BRUNETTA (PDL): FINALMENTE SOLUZIONE, CANCELLAZIONE PER IL 2013

"Finalmente ci sarà la soluzione per l'Imu sulla prima casa e i terreni agricoli.
Cancellazione per il 2013 e riforma complessiva della
tassazione degli immobili, in termini di service tax, dal
2014. Stiamo definendo le coperture in maniera seria,
responsabile, trasparente". Lo ha detto al Tg1 il capogruppo
del Pdl alla Camera Renato Brunetta. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata