Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

L'intreccio parlamentare tra dl Fisco e Manovra

semplificare 26 ottobre 2017

di Viola Contursi

ROMA (Public Policy) - Ancora una settimana di tregua e poi, al Senato, inizierà, tra commissione Bilancio e aula, un intreccio fittissimo di lavori tra decreto Fisco, collegato alla manovra (e che ne contiene parte delle coperture), e legge di Bilancio.

Visto che la manovra non è ancora stata inviata dal Governo in Parlamento, la 5a commissione di Palazzo Madama ha deciso di non fare audizioni sul dl Fisco per guadagnare tempo.

Come stabilito ufficialmente dalla capigruppo giovedì mattina, si terrà martedì prossimo, 31 ottobre, la seduta d'aula in cui il presidente del Senato, Pietro Grasso, aprirà formalmente la sessione di bilancio e la 5a commissione dovrà valutare il testo al fine di eventuali stralci.

Nello stesso giorno, alle 15, scadranno i termini per presentare gli emendamenti al dl Fisco in Bilancio.

Le commissioni dovranno trasmettere i propri pareri alla Bilancio sulla manovra entro la mattina dell'8 novembre. Sempre l'8, la 5a inizierà le votazioni sul dl Fisco, con l'obiettivo di concluderle entro la settimana.

La legge di Bilancio dovrà approdare in aula dopo l'ok da parte della 5a commissione nel pomeriggio del 21 novembre. Gli emendamenti per l'aula dovranno essere presentati entro le 18 di lunedì 20.

continua - in abbonamento 

@VioC

© Riproduzione riservata