Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Istat, ad agosto fiducia delle imprese in diminuzione in tutti i settori

industria 28 agosto 2014

ROMA (Public Policy) - Ad agosto l'indice del clima di fiducia delle imprese italiane scende a 88,2 da 90,8 di luglio. È quanto comunica l'Istat. Il calo dell'indice complessivo è dovuto al peggioramento della fiducia delle imprese di tutti i settori, manifatturiero, dei servizi di mercato, delle costruzioni e del commercio al dettaglio.

L'indice del clima di fiducia delle imprese manifatturiere scende a 95,7 da 99,1 di luglio. Peggiorano sia i giudizi sugli ordini che le attese di produzione (da -23 a -24 e da 7 a 1, i rispettivi saldi); il saldo relativo ai giudizi sulle scorte di magazzino passa da 0 a 3. L'analisi del clima di fiducia per raggruppamenti principali di industrie indica, continua l'Istat, peggioramenti per i beni di consumo (da 98,0 a 94,8), per i beni intermedi (da 101,7 a 97,0) e per i beni strumentali (da 97,0 a 95,7). Giù anche l'indice del clima di fiducia delle imprese di costruzione(a 77,0 da 83,0 di luglio).

Peggiorano sia i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione (da -45 a -48) sia le attese sull'occupazione (da -14 a -22). L'indice destagionalizzato del clima di fiducia delle imprese dei servizi scende a 87,5 da 92,3 di luglio. Il saldo dei giudizi sugli ordini passa da -5 a -11, sale leggermente (da -6 a -5) quello relativo alle attese; si contraggono le aspettative sull'andamento dell'economia in generale (da -24 a -33).

Nel commercio al dettaglio, le vendite sono risultate a giugno 2014 invariate rispetto al mese precedente, mentre hanno registrato una diminuzione del 2,6% su base annua, (vedi Public Policy, "COMMERCIO...", delle 10,10), l'indice del clima di fiducia scende a 98,3 da 101,4 di luglio. La fiducia peggiora sia nella grande distribuzione (da 101,0 a 97,2) sia in quella tradizionale (da 102,7 a 99,3) (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata