Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Istat, da Cdm viene confermata la scelta di Padoan alla presidenza

istat 17 gennaio 2014

ROMA (Public Policy)- Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro per la Pubblica amministrazione, ha confermato "l'avvio della procedura per la nomina" di Pier Carlo Padoan a presidente dell'Istat, "al fine di acquisire un nuovo parere della commissione Affari costituzionali del Senato". La conferma di Padoan da parte del Cdm si è resa necessaria dopo che l'altroieri, in I commissione a Palazzo Madama, non è passata la sua nomina alla presidenza dell'istituto di statistica. Dai resoconti parlamentari si legge che in commissione, che ha espresso il parere obbligatorio sulla sua designazione, Padoan ha ottenuto 17 voti favorevoli (su 27 componenti della commissione), uno in meno di quelli necessari per una votazione a maggioranza dei 2/3, ovvero il quorum necessario per questo tipo di votazioni.

"La presidente - si legge sul resoconto - proclamando il risultato della votazione, rileva che la proposta di nomina ha ottenuto un parere favorevole con maggioranza inferiore ai due terzi dei componenti della commissione". Un'elezione quindi non valida. Sul tema erano poi arrivate le dichiarazioni del ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni (con un laconico: "Non lo so, bisogna chiederlo al ministro Franceschini") e le precisazioni della presidente della commissione, Anna Finocchiaro: "Non c'è stato nessun problema politico nella votazione per la nomina di Padoan a presidente dell'Istat. La votazione ha avuto luogo facendo riferimento - per errore - alla disciplina prevista sino al 2010, che prescriveva per l'approvazione la maggioranza semplice dei partecipanti al voto".

Finocchiaro aveva poi aggiunto: "Le operazioni di voto, non appena reiterata la richiesta di parere da parte della Presidenza del Consiglio, avranno luogo secondo la norma vigente dal 2010, che prevede per l'approvazione la maggioranza dei due terzi dei componenti la commissione". Parole poi confermate da Franceschini: "Ha chiarito tutto, su cosa è avvenuto ieri in commissione e sull'errore procedurale in sede di votazione sul parere per la nomina del presidente dell'Istat. Ovviamente il Governo confermerà (come infatti è stato; Ndr) l'indicazione di Pier Carlo Padoan in modo che la votazione possa essere ripetuta in modo corretto". (Public Policy)

GAV-VIC

© Riproduzione riservata