Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

LAVORO, LATTUADA (CGIL): "DA MAGGIO NON CI SONO PIÙ SOLDI PER LA CIG"

lavoro 15 aprile 2013

CassaforteLego

(Public Policy) - Roma, 16 apr - Oggi le confederazioni
sindacali si ritrovano di fronte a Montecitorio per
protestare contro la fine dei finanziamenti per la cassa
integrazione in deroga.

"Le risorse da una stima non confutata da nessuno - spiega
Elena Lattuada, segretario confederale della Cgil - ci
dicono che c'è un problema, le risorse sono praticamente
finite. Di soldi non ce ne sono più a partire da maggio,
serve circa 1 miliardo di euro".

"Abbiamo già visto nei primi mesi di quest'anno - continua
il segretario - che laddove le risorse non ci sono quello
che accade è che i lavoratori restano lunghi mesi senza
integrazione al reddito cioè senza salario, con un
rallentamento dell'utilizzo dello strumento della cassa".

Se si ritarda nell'erogare questi soldi, spiega Lattuada,
"le persone aspettano per mesi anche nel momento in cui si
decide di rifinanziare".

Le Regioni erogano le risorse, ma i soldi arrivano dallo
sStato centrale, precisa il segretario: "Qualche Regione ha
detto di voler anticipare ma tutto dipende dal finanziamento
statale".

Una richiesta di dialogo quella dei sindacati Cgil, Cisl e
Uil che guarda, oltre all'attuale, al prossimo esecutivo:
"Con il ministero del Lavoro in questi mesi abbiamo
continuamente dialogato e fatto richieste. Si tratta di
capire con il prossimo governo come si affronterà il tema
degli ammortizzatori sociali, è chiaro ed evidente che la
riforma Fornero su questo tema ha mostrato i limiti che
avevamo già denunciato. Il fatto di dover continuamente
rifinanziare una riforma, pone il tema di quale sia il
diritto in capo alla persona di riconoscimento del sostegno
al reddito nel momento in cui viene meno l'occupazione".

Non rassicurano le parole del ministro Fornero che ieri ha
detto che le risorse saranno trovate: "Se il ministro in
carica dice che le risorse verrano trovate ci aspettiamo che
effettivamente ci siano, che di concerto il governo trovi le
risorse per il rifinanziamento. Ci pare di poter dire,
dall'esperienza degli ultimi mesi che il ministro del Lavoro
dice che c'è bisogno e poi il ministro dell'Economia blocca
le risorse".

COS'È LA CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA
La cassa in deroga, come spiega il nome, può essere
concessa "in deroga alle disposizioni vigenti", ossia in
tutti i casi non coperti dalla cassa integrazione ordinaria
e straordinaria oppure nei casi già previsti in cui si è
superato il limite massimo di utilizzo. (Public Policy)

LAP

Per approfondire:

AIRAUDO (SEL): OK CIG, MA SI RENDANO CONVENIENTI CONTRATTI SOLIDARIETÀ

© Riproduzione riservata