Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

LAVORO, OCSE: NEL QUARTO TRIMESTRE 2012 OCCUPAZIONE EUROZONA SCESA AL 63,6%

16 aprile 2013

LA MEDIA NELL'AREA OCSE È DI 65,1%.
IL MASSIMO IN CANADA: 72,5%


(Public Policy) - Roma, 16 apr - Il tasso di occupazione
dell'area Ocse - definita come la percentuale di persone in
età lavorativa che sono impiegate - era il 65,1% nel quarto
trimestre del 2012, 0,1 punti percentuali in più rispetto al
trimestre precedente e di 0,2 punti percentuali in più di un
anno fa. Ma ancora di 1,4 punti percentuali al di sotto del
livello pre-crisi.

Ci sono differenze significative nella evoluzione del tasso
di occupazione tra i 34 Paesi dell'Organizzazione per la
cooperazione e lo sviluppo economico. Nel corso del 2012, il
tasso di occupazione è aumentato negli Stati Uniti (di 0,5
punti percentuali al 67,3%), in Canada (di 0,6 punti
percentuali al 72,5%) e in Giappone (di 0,3 punti
percentuali al 70,9%).

Al contrario, il tasso di occupazione nell'area euro, al
63,6%, ha chiuso l'anno di 0,5 punti percentuali in meno di
un anno fa, con la caduta del tasso di 0,2 punti percentuali
nel quarto trimestre rispetto al trimestre precedente. Nella
zona euro, le maggiori diminuzioni del tasso di occupazione
nel corso del trimestre sono state registrate in Estonia,
Portogallo, Repubblica slovacca e Spagna (0,5, 1,4, 0,6 e
0,5 punti percentuali, rispettivamente). (Public Policy)

SPE

© Riproduzione riservata