Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Le ultime modifiche del governo al dl Milleproroghe

milleproroghe 16 febbraio 2015

ROMA (Public Policy) - Dalla rateizzazione delle cartelle Equitalia al gas naturale, dalle farmacie all'Aquila, dagli immigrati ai collaboratori scolastici di Palermo. Questi alcuni degli argomenti contenuti nel pacchetto di emendamenti di relatori e governo al dl Milleproroghe, depositato venerdì notte nelle commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera, che verrà esaminato tra questa notte e domani. Oggi alle 11 è scaduto il termine per la presentazione dei subemendamenti. Poi alle 19 le commissioni si riuniranno nuovamente, dopo due settimane, per riprendere l'esame del provvedimento.

Sarà una corsa in notturna: il dl è atteso in Aula per domani alle 18,30 ma rimane la possibilità che venga chiesta un'ulteriore proroga. Intanto il termine per la presentazione degli emendamenti in Aula è stato prorogato alle 12 di domani. Oltre al pacchetto di modifiche proposte da relatori e governo (9 emendamento sono a firma di Maino Marchi (Pd) e Francesco Paolo Sisto (FI) e 2 del governo), le commissioni approveranno tutta una serie di emendamenti riformulati, tra cui anche quello sui minimi Iva, per prorogare al 2015 la possibilità di optare per il vecchio regime al 5%. Ma vediamo nel dettaglio gli 11 nuovi emendamenti presentati da relatori e governo.

RIAPERTI TERMINI AMMISSIONI A RATE EQUITALIA Come anticipato, un emendamento dei relatori prevede la riapertura dei termini a disposizione, fino a luglio 2015, per richiedere la concessione di un piano di rateizzazione delle cartelle Equitalia per chi è decaduto dal beneficio entro il 2014. L'emendamento va a prorogare la disposizione contenuta nel dl Irpef permettendo ai contribuenti che sono decaduti dal beneficio della rateazione (perché hanno saltato delle rate) entro il 31 dicembre 2014 (in precedenza il termine era fissato al 22 giugno 2013) di richiedere la concessione di un nuovo piano di rateazione, fino a un massimo 72 rate mensili, presentando la richiesta entro e non oltre il 31 luglio 2015 (al momento invece la possibilità è scaduta il 31 luglio 2014). L'emendamento dei relatori prevede anche che "a seguito della presentazione della richiesta del piano di rateazione, non possono essere avviate nuove azioni esecutive. Se la rateazione è richiesta dopo una segnalazione, la stessa non può essere concessa limitatamente agli importi che ne costituiscono oggetto".

ANTICIPAZIONE PREZZO APPALTI, COMPENSA SPLIT PAYMENT Viene aumentata dal 10 al 20%, con una modifica dei relatori, la quota dell'importo totale di un appalto pubblico da corrispondere come anticipazione del prezzo all'appaltatore per compensare le imprese della norma sullo split payment introdotta dalla legge di Stabilità. PROROGA

TRASFERIMENTO TITOLARITÀ FARMACIE Un altro emendamento dei relatori propone di prorogare fino al 31 dicembre 2016 la possibilità di acquisire la titolarità di una farmacia con la sola iscrizione all'albo dei farmacisti.(Public Policy) VIC

tutte le anticipazioni sul dl Milleproroghe, in abbonamento

© Riproduzione riservata