Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il punto sulla legge di Bilancio, a partire dal numero 900

emendamenti 15 novembre 2016

di Viola Contursi

ROMA (Public Policy) - Sono più di 1.500 gli emendamenti alla manovra dichiarati inammissibili dalla commissione Bilancio, su un totale di 4.639. Di questi circa 685 sono inammissibili per materia e circa 800 per mancanza di copertura.

L'inizio delle votazioni sui 900 emendamenti (numero concordato all'unanimità come tetto massimo) che i gruppi dovranno segnalare su quelli rimasti in piedi potrebbe comunque slittare di una giornata.

Come spiega il presidente della V commissione Francesco Boccia (Pd), infatti, mercoledì un ufficio di presidenza della commissione Bilancio deciderà il da farsi: un'ipotesi è che le votazioni comincino giovedì.

In questo caso si andrebbe avanti venerdì per poi fare una pausa, per le riunioni di governo e relatore sabato, per poi riprendere nel tardo pomeriggio di domenica.

I gruppi potrebbero però decidere di posticipare l'inizio dei voti a venerdì: in questo caso la commissione Bilancio lavorerebbe anche nel weekend. In entrambi i casi le votazioni inizieranno dagli emendamenti presentati dalle commissioni, per poi andare avanti con i 900 segnalati dai gruppi tra quelli ammissibili. (Public Policy)

@VioC

© Riproduzione riservata