Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Legge di Bilancio, lavori in corso: i numeri, le scadenze

fisco manovra def 10 ottobre 2017

ROMA (Public Policy) - Continuano frenetici i lavori del Governo sulla legge di Bilancio e sul decreto fiscale che conterrà parte delle sue coperture.

Entro il 15 ottobre il Governo dovrà varare in Cdm e inviare in Europa il Documento programmatico di bilancio. Possibile che nella stessa riunione vari anche la manovra e il suo decreto collegato oppure che, come fece lo scorso anno, si prenda ancora qualche giorno di tempo per questo secondo passo, visto che la legge gli dà tempo fino al 20 ottobre per inviare la legge di Bilancio alle Camere. Le date che ballano per un eventuale Cdm per varare la manovra sono quindi quelle del 16 o del 18 ottobre.

Domenica 15 ottobre dovrebbe invece esserci il Cdm per varare il Documento programmatico.

Dalla tabellla sulla prossima legge di Bilancio portata in Parlamento dal ministro Pier Carlo Padoan la prossima settimana, comunque, si è iniziato a delineare un quadro più nitido. La legge di Bilancio per il 2018, si è evinto, partirà da un valore di 19,6 miliardi di euro, di cui 10,9 miliardi di maggior deficit accordato da Bruxelles e 8,62 miliardi di entrate (5,1 dalla lotta all'evasione e 3,5 miliardi dalla spending review). Di questi 19,6 miliardi, ci saranno impegni (quindi misure) per appena 3,83 miliardi per il 2018, e 15,7 miliardi di euro di sterilizzazione delle clausole Iva.

Questo per il 2018. Ma nelle stesse tabelle portate in Parlamento da Padoan, a integrazione della Nota di aggiornamento del Def, si legge che il Governo è intenzionato, nella prossima manovra, a sbloccare anche parte delle clausole di salvaguardia per il 2019, misura che costerà 11,4 miliardi di euro per il 2019.

continua - in abbonamento

VIC

© Riproduzione riservata