Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

LEGGE ELETTORALE, SENATO: PROSSIMA SETTIMANA IN AULA

07 dicembre 2012

(Public Policy) - Roma, 7 dic - Anche nel calendario dei
lavori dell'Assemblea del Senato della prossima settimana è
previsto l'esame, da martedì pomeriggio, della legge
elettorale. Sempre che la commissione Affari costituzionali
riesca a terminarne l'esame.

Oggi è stato reso noto il calendario delle convocazioni
della commissione, sono previste tre sedute: una per lunedì
sera alle 20 e due per martedì, alle 10 e alle 14. C'è da
dire però che la commissione deve esaminare, nelle stesse
sedute, anche il decreto legge sul riordino delle province,
anche questo nel calendario dei lavori dell'Aula della
prossima settimana e che deve essere approvato, pena la
decadenza, entro il prossimo 17 dicembre. E' necessario
quindi il suo ingresso in Aula, proprio come è stato
necessario in questa settimana quello del decreto legge
Sviluppo bis.

Per la legge elettorale quindi si aprono vari scenari: si
raggiunge l'accordo in commissione con la modifica del testo
Malan sul premio di maggioranza frutto delle trattative e
quindi si va in Aula. È uno scenario auspicato un po' da
tutti, gli appelli di Napolitano e Schifani ormai non si
contano più e l'unico palesemente ottimista al riguardo è il
gruppo dell'Idv.

In caso contrario, per la legge elettorale si potrebbe
ripetere lo stesso canovaccio del ddl sulla diffamazione, si
va in Aula senza un testo preciso, ovvero con tutti i 57 ddl
depositati in commissione e dovrà essere lo stesso
presidente della commissione, Carlo Vizzini (Misto-Psi), ad
indicare tra loro quale dovrà essere assunto come testo
base, da modificare nel corso dell'esame.

Questo vorrebbe dire che la legge elettorale si dovrebbe
ricostruire ex novo in Aula, ma, anche in questo caso, se
fosse votata solo dalla maggioranza del Governo Berlusconi
potrebbe essere abbattuta dal voto segreto alla Camera. I
tempi per la sua approvazione quindi potrebbero ancora
esserci, ma solo in presenza di un accordo di fine
legislatura. (Public Policy)

EPA

© Riproduzione riservata