Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Legge elettorale, stop al lodo Brunetta: cosa succede adesso

primarie partiti 19 settembre 2017

ROMA (Public Policy) - Arriva il 'no' dei tecnici di Montecitorio al cosiddetto 'lodo Brunetta' da inserire nel "Fianum", che avrebbe di fatto posticipato l'entrata in vigore della norma sul Trentino.

Dopo lo stop della presidenza della Camera, dunque, il relatore Emanuele Fiano (Pd) ha fatto sapere che giovedì presenterà un testo base conforme al voto dell'aula di giugno, durante il quale i franchi tiratori hanno inserito nel testo la norma sui collegi.

Fiano, a quanto si apprende, presenterà un testo base pe la riforma elettorale che tenga conto dei 231 collegi, così come previsto dalla norma sul Trentino approvata dall'aula a giugno.  "Ma non ricalcherà - ha precisato lo stesso Fiano - il modello tedesco".

Il deputato Pd riferisce inoltre di "non aver mai citato il Rosatellum", come possibile sistema da proporre nel nuovo testo base. "Cercherò di coinvolgere tutti i gruppi", aggiunge Fiano. (Public Policy) SOR

© Riproduzione riservata