Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Legge Stabilità, 8 commi stralciati dal Senato: da cabina di regia agli avvocati

stabilita', verso ok commissione. Voto su pacchetto governo-relatore 23 ottobre 2013

STABILITÀ, LE NORME DA STRALCIARE SECONDO LA COMMISSIONE BILANCIO AL SENATO

(Public Policy) - Roma, 23 ott - Il Senato ha disposto lo stralcio di 8 commi del ddl Stabilità: la prima riguarda l'istituzione al ministero dello Sviluppo economico (prevista dal comma 25 dell'articolo 6) di una cabina di regia per il monitoraggio e il coordinamento degli interventi previsti per le crisi d'impresa.

Altra norma è quella contenuta al comma 9 dell'articolo 10 della legge, con cui "si interviene - si legge nel dossier del servizio Bilancio del Senato - sull'autonomia contabile del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria e sulle sue competenze. In relazione a queste modifiche, di carattere prettamente ordinamentale, esplicitamente la relazione tecnica non associa effetto suo saldi di finanza pubblica".

La terza norma segnalata dalla commissione Bilancio riguarda l'articolo 10 comma 4 che prevede "che il riconoscimento ad una pubblicazione dell'elevato valore culturale possa essere accompagnata genericamente da premi e non da contributi in denaro". E ancora: i commi dal 38 al 40 (sempre dell'articolo 10) che "intervengono sulle competenze del consiglio dell'Ivass e sulla sua autonomia organizzativa".

Infine, la commissione Bilancio chiede lo stralcio, in quanto non comporta come le altre effetti finanziari, l'articolo 11 comma 7 che "si limita a modificare le modalità di ripartizione tra gli avvocati dello Stato dei compensi spettanti". (Public Policy)

SOR-VIC

© Riproduzione riservata