Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

LEGGE STABILITÀ, POLILLO: MODIFICHE AL SENATO SUL PATTO DI STABILITÀ INTERNO

ddl delrio, sì a emendamento che cancella obbligo unione sotto 5 mila abitanti 22 novembre 2012

(Public Policy) - Roma, 22 nov - Modifiche in vista al
"patto di stabilità interno", quello che vincola i Comuni,
anche quelli "virtuosi" a non spendere le risorse
disponibili. Il sottosegretario all'Economia Gianfranco
Polillo, intervenendo in aula sul ddl di Stabilità ha
preannunciato l'intenzione del Governo "di introdurre
modifiche di carattere sostanziale almeno all'architettura
del patto, nei limiti delle risorse finanziarie".

In particolare, molti Comuni con meno di 5mila abitanti
sono stati ridotti alla paralisi dal patto e molti sindaci,
anche di città importanti, hanno minacciato le dimissioni in
blocco, indicando la data del 29 novembre come quella della
resa.

TUTTE LE MODIFICHE IN VISTA
Quattro gli ambiti indicati esplicitamente dal sottosegretario
all'Economia Gianfranco Polillo per modifiche al ddl di Stabilità
in seconda lettura al Senato. Il Governo si impegna a modificare
le norme relative a: comparto sicurezza, tobin tax,
patto di stabilità interno, sgravi fiscali al settore
agricolo.

La precisazione è venuta rispondendo al presidente della
commissione Bilancio della Camera, Giancarlo Giorgetti
(Lega) che illustrava un emendamento rivolto a superare i
risparmi ottenuti con aggravi all'Irpef sulle pensioni di
guerra e con tagli al comparto sicurezza.(Public Policy)

ABA

© Riproduzione riservata