Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Leggi, Franceschini: necessaria riforma dei regolamenti, utile audire il governo

riforme 12 dicembre 2013

ROMA (Public Policy) - "Il Governo e i ministeri ricorrono al decreto legge perché è l'unico strumento che garantisce l'approvazione in tempi certi". È quanto ha dichiarato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini audito dal Comitato per la legislazione sull'uso dei principali strumenti normativi dell'Esecutivo e sullo sviluppo di forme di interlocuzione con le Camere per una migliore definizione dei contenuti delle norme, anche con riferimento al ruolo del Comitato per la legislazione.

"Cosa difficile da comunicare all'opinione pubblica - ha proseguito - è l'importanza della riforma dei regolamenti che potrebbe aumentare la qualità della legislazione. In attesa della terapia, bisogna anche curare la febbre. A ordinamento vigente abbiamo cercato di correggere le distorsioni. Alla prima riunione della capigruppo, ho chiesto se era possibile, in attesa della riforma dei regolamenti, stralciare le norme che consentono al governo di presentare e far approvare i propri ddl in x mesi, con la garanzia dell'approvazione in tempi certi. Ma i ddl del governo hanno più o meno la stessa drammatica lentezza degli altri".

L'altro tema è quello dei collegati alla finanziaria per i quali Franceschini propone una corsia preferenziale: "Dobbiamo provare a capire se il collegato può essere un una via di mezzo tra una normale proposta di legge e un dl. Ci sono alcuni collegati che stanno in commissione da moltissimo tempo". Il ministro ha poi suggerito: "Sarebbe opportuno che anche il Governo venisse audito in Giunta del Regolamento". (Public Policy)

SAF

© Riproduzione riservata