Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Leggi Ue, come cambieranno le regole sul diritto d'autore

ue 30 marzo 2016

di Viola Contursi

ROMA (Public Policy) - Cambierà nei prossimi anni la gestione del diritto d'autore in Europa. A sancire la riforma è la direttiva 2014/26/Ue che il nostro Paese si impegna a recepire entro il 10 aprile 2016.

Il governo ha inserito il suo recepimento nella legge di delegazione europea 2015, attualmente all'esame della commissione Politiche Ue della Camera in prima lettura.

E proprio su questo punto la commissione sta facendo un giro di audizioni. Vediamo nello specifico le principali novità della direttiva.

La normativa europea a riguardo origina dalla necessità di migliorare il funzionamento dei cosiddetti organismi di gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi (come in Italia può essere la Siae), nonché di adeguare il sistema di concessione delle licenze per l'uso online delle opere musicali all'ubiquità del mondo online, in un'ottica multiterritoriale.

La direttiva dispone che il titolare dei diritti è libero di affidarne la gestione ad un organismo di gestione collettiva di propria scelta, indipendentemente dallo Stato membro di nazionalità, di residenza o di stabilimento dell'uno o dell'altro.

continua - in abbonamento

@VioC

© Riproduzione riservata