Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Limiti alle ricerche, stop all'airgun: incardinati al Senato i ddl M5s

airgun 07 ottobre 2015

ROMA (Public Policy) - Incardinati nelle commissioni Industria e Ambiente al Senato il ddl "Disposizioni in materia di divieto dell'utilizzo dell'air gun per le attività di ispezione dei fondali marini finalizzate alla prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi" e il ddl "Disposizioni per la tutela della salute e dell'ambiente e per la prevenzione dei rischi derivanti dalle attività di prospezione, ricerca e produzione di idrocarburi liquidi e gassosi".

TUTELA DELLA SALUTE
Il ddl per la tutela della salute in relazione alla ricerca petrolifera (a firma M5s) impone fasce di garanzia, limiti di emissioni, ristrutturazione della logica delle compensazioni ai territori, "con lo scopo della tutela della catena alimentare umana e della salute pubblica, a partire da una corretta informazione, periodica e diffusa, a carico delle stesse società petrolifere, sul modello della Proposition 65 dello Stato della California, che avvisi i cittadini dei rischi che incorrono con le attività di perforazione", spiega la relazione.

Più nello specifico, il ddl introduce l'obbligo della valutazione di impatto sanitario (Vis) per ogni titolo concessorio e definisce i limiti e i divieti per gli operatori del settore. Sono individuate, infatti, fasce di rispetto e divieti per gli abitati, le aree protette, le aree agroalimentari di pregio, le zone sismiche, le aree sopra i 600 metri sul livello del mare, i siti nucleari, le coste e le aree retrodunari, le zone in forte subsidenza.

DIVIETO AIRGUN
Il ddl sull'airgun (sempre a firma M5s) è composto da soli 2 articoli: con uno si vieta l'utilizzo della tecnica prevedendo un'ammenda da 20mila a 120mila euro per chi non rispetta il divieto; con il secondo si sospende l'efficacia dei titoli abilitativi già rilasciati che ne prevedano l'utilizzo.

L'airgun, la tecnica di analisi dei fondali marini attraverso onde compressionali, era stata al centro della polemica politica nei mesi scorsi quando con un emendamento alla proposta di legge sugli ecoreati se ne era vietato l'utilizzo. Il divieto venne poi stralciato dal testo, divenuto legge, in una fase successiva dell'iter parlamentare. (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata