Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

M5S, BECCHI: IL MOVIMENTO 'BOICOTTI' IL NUOVO CAPO DELLO STATO

15 aprile 2013

(Public Policy) - Roma, 15 apr - "Dopo il 'blocco' del
Parlamento voluto dai partiti, il M5s dovrà, a mio avviso,
prendere una posizione radicale e netta: rifiutarsi, in
segno di protesta, di partecipare alle consultazioni e
incontrare il nuovo capo dello Stato, di prender parte a una
farsa che, in questi giorni, ha impedito il funzionamento
della democrazia in questo Paese e che non dovrà essere
ripetuta". Lo scrive Paolo Becchi, professore universitario
a Genova considerato vicino al leader 5 stelle Beppe Grillo,
sul blog del responsabile comunicazione del M5s al Senato
Claudio Messora.

Per quanto riguarda l'elezione del presidente, per Becchi
al M5s non resta che "scegliere il proprio candidato, e
tanto più il nome prescelto sarà di valore, tanto più
metterà nel ridicolo le scelte del campo opposto. Come che
sia, il movimento dovrà portare avanti il suo nome con
coerenza, fino all'ultima votazione e senza tentennamenti".

"Il M5s - conclude il professore di Filosofia del diritto -
dovrà prepararsi a un'opposizione durissima nel Parlamento
presentando disegni di legge che inchiodino i partiti alle
loro responsabilità. Il Governo se lo facciano loro. Per
ora. Il M5s si prepari per il prossimo turno che non tarderà
a venire". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata