Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

"La linea del 'vogliamo il 51%' potrebbe portarci al 5,1"

grillo 19 gennaio 2015

ROMA (Public Policy) - "Il M5s ha sempre seguito una linea di splendido isolamento anche rispetto alla cosiddetta 'società civile'. Già nei primissimi anni ci si chiedeva se non fosse opportuno presentare come candidato sindaco o presidente una persona già conosciuta e stimata, lontana dai partiti ma capace di convincere gli indecisi; Grillo però ha sempre insistito nel candidare piuttosto un attivista sconosciuto" e "fino al 2013 i risultati gli hanno dato ragione. Tuttavia, adesso siamo in pieno riflusso e la linea del 'vogliamo il 51% da soli' potrebbe portarci invece al 5,1%".

Lo scrive su Facebook Vittorio Bertola, consigliere comunale a Torino e candidato sindaco M5s alle amministrative del 2011, commentando sul social network la vicenda di Paolo Putti, capogruppo 5 stelle al Comune di Genova, che ha proposto di scegliere il candidato alle Regionali tra una rosa di nomi della società civile da votare online. Una proposta, però, bocciata categoricamente dal leader M5s Beppe Grillo.

Per Bertola, invece, "è giusto chiedersi se la strada dell'isolamento sia la migliore per avere le maggiori possibilità di vincere e di cacciare i vecchi amministratori; certo non mi alleerei con i partiti e non farei compromessi sul programma, ma coinvolgere persone al di sopra di ogni sospetto, associazioni civiche e comitati con cui condividiamo le battaglie potrebbe alla fine rivelarsi un modo per allargare il consenso, risultare più credibili e recuperare delusi e astensionisti. Comunque, è un discorso teorico perché sia Grillo che l'ala integralista del Movimento hanno già deciso di no". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata