Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

M5S, IL MOVIMENTO SI DISSOCIA DA BECCHI E LA RETE SI RIBELLA /FOCUS

BECCHI 03 maggio 2013

crimi

Per approfondire: 

M5S, BERTOLA: SU BECCHI PREOCCUPANTE LA TIMIDEZZA DEI VERTICI DEL MOVIMENTO

(Public Policy) - Roma, 3 mag - "Se qualcuno tra qualche
mese prende i fucili non lamentiamoci, abbiamo messo un
altro banchiere all'Economia". Parole ormai famose, quelle
del professore dell'Università di Genova Paolo Becchi a
Radio 24, che hanno già scatenato polemiche,
contro-polemiche, repliche, contro-repliche. E soprattutto
smentite, una in particolare: quella del Movimento 5 stelle,
di cui (fino a ieri, a questo punto) Becchi era considerato
dai media "l'ideologo".

I PARLAMENTARI 5 STELLE PRENDONO LE DISTANZE
"In merito alle 'uscite' odierne del professor Paolo Becchi
in diversi mezzi di comunicazione, i gruppi parlamentari del
Movimento 5 Stelle di Camera e Senato prendono nettamente le
distanze da tutto quanto proferito dal docente dell'ateneo
genovese. Inoltre si ribadisce che il professor Becchi non è
un ideologo del M5s, si tratta semmai di un'etichetta
attaccata al personaggio sulle cui posizioni deputati e
senatori non si riconoscono affatto". Così, in un mini-post
pubblicato sul blog del leader del movimento Beppe Grillo, i
deputati e senatori del M5s.

Parole che avrebbero dovuto calmare le acque, ma che non
sono state prese benissimo da chi il blog lo frequenta.
Commentandolo.

I COMMENTI PIÙ VOTATI
"Siete un branco di pecoroni e di perbenisti. Ha solo detto
quello che pensiamo tutti". Domenico L. da Palermo non è
l'unico a commentare in questo modo la presa di posizione
dei parlamentari 5 stelle. Come il suo, quasi tutti i
commenti più votati, e dunque più apprezzati dalla platea
che segue il leader del movimento.

"Becchi tutta la vita! Non rappresenterà il movimento ma
per me è un punto di riferimento", scrive Francesco R. da
Bergamo. E Bruno Z.: "Non credo sia una mossa furba prendere
le distanze da un uomo che, ve lo assicuro, dà molto per la
causa". C'è chi teme che il M5s si stia troppo
"istituzionalizzando" (Maurizio N.), chi dice "basta co sto
politically correct" (Francesco P.), e chi si chiede: "Ma è
mai possibile che un mese da deputati abbia già trasformato
la pattuglia di parlamentari in un branco di conformisti?"
(Mimmo C.).

Anche chi, come Francesco M., trova i toni di Becchi
"esasperati", pensa che "da qui a trattare Paolo come fosse
un pazzo dal quale dissociarsi non è il massimo dello
stile". Per finire il consiglio di Ignazia F. ai
parlamentari 5 stelle: "Chiedetegli scusa e....tenetevelo
caro!". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata