Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

M5S LEAK, TURCO: SOSPETTO CHE ANCHE LA MIA EMAIL SIA STATA HACKERATA

M5S LEAK, SARTI: AGIREMO NEI CONFRONTI DELLE TESTATE CHE HANNO PUBBLICATO MAIL 29 aprile 2013

(Public Policy) - Roma, 29 apr - "Credo che anche la mia
casella di posta elettronica sia stata hackerata", lo dice a
Public Policy il deputato del M5s Tancredi Turco fermato in
Transatlantico a Montecitorio, che aggiunge: "È solo un
sospetto. Nelle ultime settimane avevo della posta arretrata
da leggere e una mattina improvvisamente quando ho aperto
l'email tutti i messaggi risultavano letti, cosa che invece
io non ho avevo fatto. È un sospetto, non sono sicuro".

Dopo la pubblicazione della posta elettronica della giovane
deputata Giulia Sarti, i parlamentari del M5s si chiedono
chi sarà la prossima vittima dei pirati informatici
("Anonymous M5s leak") che il 24 aprile scorso hanno
iniziato a pubblicare le caselle di posta elettronica di
alcuni di loro. Gli hacker smetteranno di diffondere i
contenuti solo dopo la "pubblicazione immediata dei redditi
e patrimoni di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio",
nonchè il "dettaglio dei ricavi derivanti dal
'www.beppegrillo.it' e correlati".

"Personalmente non ho nulla da nascondere - aggiunge Turco
- ci sono solo cose personali e non di certo politiche. Ma
in ogni caso questi atti vanno condannati, la vita personale
delle persone non può essere resa pubblica". Una vicenda
sulla quale è intervenuta anche la Procura di Roma che ha
aperto un'inchiesta, affidata alla polizia postale. Ma nel
sito internet dei pirati del web il conto alla rovescia
continua: la prossima casella email verrà pubblicata - nel
momento in cui scriviamo - "tra un 1 giorno, 18 ore, 40
minuti e 58 secondi". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata