Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

M5S, PIZZAROTTI: DA SINDACO DICO MEGLIO LE LARGHE INTESE

pizzarotti grillo 23 aprile 2013

pizzarotti grillo

BASTA ALZARE I TONI QUALCUNO POTREBBE PERDERE LA TESTA

(Public Policy) - Roma, 23 apr - Non ha letto le
dichiarazioni di Grillo "La Repubblica è morta". Non è in
lutto, ma "molto deluso". Nulla "contro Napolitano ma
avrebbe potuto non firmare certe leggi". Federico
Pizzarotti, primo sindaco M5s a conquistare un Comune -
la città di Parma - in un'intervista a La Stampa prende le
distanze dai toni barricaderi del suo leader Beppe Grillo,
che ha giudicato la rielezione di Napolitano un colpo di
Stato: "A me quell'espressione richiama concetti molto più
negativi: arresti di parlamentari, esercito in strada...
Però è un fatto che il Parlamento non segue i messaggi
chiari che vengono dai cittadini".

E sulla sua mancata presenza in occasione della "marcia su
Roma" ha precisato: "Avevo da fare, ma ci sarei andato. Molti
miei amici mezz'ora dopo la rielezione stavano già in treno.
Non ho parlato con Beppe ma credo che abbia capito che c'era
il rischio che la piazza diventasse violenta".

Insomma, il pericolo che la situazione sfuggisse di mano
era concreto anche per la presenza in piazza di estranei al
popolo M5s: "Purtroppo nei periodi di crisi chi alza
molto la testa sono le ali estreme. Infatti in piazza
c'erano bandiere di Rifondazione comunista e CasaPound".

Per il sindaco di Parma "è iniziata una nuova fase, di cui
noi abbiamo la responsabilità, non c'è più bisogno di toni
che facciano indignare la gente perché la gente non è più
indignata. Prima bisognava provocare, adesso bisogna
informare. Non è il momento di alzare i toni perché c'è il
rischio che qualcuno perda la testa".

Da sindaco ritiene che "è indubbio che occorrano riforme e
quelle che riguardano gli enti locali sono le più urgenti
perché i Comuni sono l'ultimo baluardo a contatto con la
gente. Occorre rivedere il patto di stabilità, ridurre la
burocrazia. Ebbene se per ottenere questo risultato è
necessario che ci sia un governo, auspico che un governo
venga fatto".

Pizzarotti respinge l'ipotesi Amato, "vuol dire che questa
classe politica è totalmente impermeabile. Ma io spero -
aggiunge - in un colpo a sorpresa di Napolitano su un nome
che possa unire". (Public Policy)

SAF

© Riproduzione riservata