Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

M5S, SENATORI DIVISI IN GRUPPI PER DISCUTERE DELLE VOCI SU ALLEANZA CON IL PD

m5s 02 settembre 2013

M5S, SENATORI DIVISI IN GRUPPI PER DISCUTERE DELLE VOCI SU ALLEANZA CON IL PD

foto La Presse 

(Public Policy) - Roma, 2 set - Sei piccoli gruppi per
affrontare i nodi che hanno scosso il Movimento 5 stelle
negli ultimi giorni, dopo le dichiarazioni dell'eurodeputata
Sonia Alfano (eletta nelle fila dell'Idv ma candidata nel
2008 alla presidenza della Regione siciliana con la lista
"Amici di Beppe Grillo") che ha parlato di 15 senatori 5
stelle pronti a entrare in una maggioranza di governo con il
Pd.

È questa la decisione presa dai rappresentati 5 stelle di
Palazzo Madama durante l'incontro di oggi in commissione
Industria al Senato. Oltre ai nodi interni i gruppi
discuteranno anche altri argomenti: strumenti per la
consultazione degli attivisti, iniziative per la difesa
della Costituzione, riflessioni sulla legge elettorale e
sull'attività di comunicazione interna.

È stata la senatrice Elisa Bulgarelli a spiegare le regole
della nuova modalità di lavoro: "Ci dividiamo - ha spiegato
- in sei gruppetti da sei senatori circa. Tre (i gruppi con
il numero dispari; Ndr) si occuperanno della cronologia dei
fatti, di stabilire oggettivamente cosa è successo. Gli
altri tre (con il numero pari; Ndr) dovranno scomporre
quello che è successo in questi ultimi giorni per cercare di
trovare delle soluzioni. Ogni gruppo lavorerà senza gli
altri. Poi i gruppi si scambieranno i lavori".

La proposta è stata votata dall'assemblea con 21 voti
favorevoli, 6 voti contrari e 9 astensioni. I lavori dei sei
gruppi sono iniziati subito al termine della riunione nelle
commissioni al terzo piano di Palazzo Madama. L'Assemblea
riunita tornerà ad incontrarsi alle 19.

Bulgarelli ha distribuito a ogni gruppo cartoncini e
pennarelli per iniziare a lavorare. La senatrice rimarrà al
di fuori dei sei gruppi per coordinare i lavori. "Quando ci
troviamo in situazioni diciamo emotive - ha spiegato -
riunirsi in gruppi può aiutare". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata