Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

MALI, BRUXELLES DÀ VIA LIBERA ALLA MISSIONE EUTM

17 gennaio 2013

(Public Policy) - Roma, 17 gen - Via libera alla missione Ue
di addestramento dell'esercito del Mali: lo hanno deciso i
ministri degli Esteri della Ue riuniti a Bruxelles. Gli
italiani saranno fino a 24 unità.

La missione Eutm (European union training mission) porterà
in Mali fino a 450 uomini, di cui 200 istruttori, per un
costo complessivo di 12,3 milioni di euro per un mandato
iniziale di 15 mesi. Il quartier generale sarà Bamako, ma
l'addestramento avverrà nel Sud del Paese.

Oltre a addestrare i militari fornirà consulenza alle operazioni di
comando, logistiche e di protezione dei civili. La missione
non sarà coinvolta nelle operazioni militari.

L'Italia invierà "fino a 24 uomini", ha detto il ministro
degli Esteri Giulio Terzi di Sant'Agata, e "non sarà in
nessun modo un intervento militare diretto".

Terzi ha ribadito che "non è previsto nessuno spiegamento
di forze militari italiane nel teatro operativo" e che
l'Italia dà "una valutazione positiva all'azione della
comunità internazionale nel suo insieme, sancita dalla
risoluzione 2085 del Consiglio di sicurezza e rafforzata
dalla dichiarazione unanime del Consiglio di sicurezza,
compresi Russia e Cina, che rivolge un appello a tutti per
sostenere il governo maliano nell'azione di contrasto alle
forze terroristiche". (Public Policy)

SPE

© Riproduzione riservata