Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Manovra, emendamento Pdl: sanatoria per pendenze concessioni spiagge

spiaggia 11 novembre 2013

Stabilità, emendamento Pdl: sanatoria per pendenze concessioni spiagge

(Public Policy) Roma, 11 nov - Dal 1° gennaio 2014 saranno trasferiti alle Regioni, a titolo gratuito, "i beni appartenenti al demanio marittimo e relative pertinenze", inoltre viene disposta la revisione e il riordino della legislazione relativa alle concessioni demaniali marittime e una sanatoria su canoni e indennizzi per l'utilizzo dei beni demaniali: chi paga subito o in 12 rate ma iniziando a pagare il 31 marzo 2014 potrà avere uno "sconto" del 60 o del 40%.

Lo prevede un emendamento al ddl Stabilità del Pdl, a firma del presidente della commissione Bilancio del Senato Antonio Azzollini. L'emendamento punta a introdurre nuovi commi al testo del ddl. Un primo comma predispone la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime. L'emendamento di Azzollini rimanda la riforma ad "appositi regolamenti emanati su proposta del ministro delle Infrastrutture.

Gli stessi regolamenti, si legge nel regolamento, "prevedono criteri e modalità di affidamento nel rispetto dei principi di concorrenza, di libertà di stabilimento, di garanzia dell'esercizio, dello sviluppo, della valorizzazione delle attività imprenditoriali. Il secondo comma dispone che dal 1 gennaio siano trasferiti alle Regioni i beni appartenenti al demanio marittino. Vengono esclusi dal trasferimento "i beni in uso per comprovate ed effettive finalità istituzionali alle amministrazioni dello Stato, nonché i porti di rilevanza economica nazionale ed internazionale, secondo la normativa di settore".

SALVE COSTRUZIONI INDEBITE COSTRUITE PRIMA DEL 1° GENNAIO 2007
Il terzo comma dell'emendamento invece "salva" le strutture costruite indebitamente su beni demaniali prima del 1 gennaio 2007 dal pagamento di sanzioni. Si interviene infatti sull'articolo 1, comma 257 della legge 296/2006 che prevede un indennizzo ai valori di mercato e sanzioni nel caso "l'occupazione consiste nella realizzazione sui beni demaniali marittimi di opere inamovibili in difetto assoluto di titolo abilitativo o in presenza di titolo abilitativo".

SANATORIA: IN UNICA RATA PAGHI 40%, IN 12 RATE IL 60%
L'ultimo comma, infine, stabilisce che "le pendenze giudiziarie in essere alla data del 31 dicembre 2013 e le richieste di pagamento in corso alla medesima data concernenti il pagamento in favore dell'Erario statale dei canoni e degli indennizzi per l'utilizzo dei beni demaniali marittimi trasferiti, "possono essere integralmente definiti a domanda all'ente gestore da parte del soggetto interessato mediante il versamento diretto in un'unica soluzione, di un importo pari al 40% delle somme dovute" oppure "rateizzato fino a un massimo di 12 rate annuali, di un importo pari al 60% delle somme dovute, oltre interessi legali, secondo un piano approvato dall'ente gestore". Il versamento dell'intero importo o della prima rata, si legge infine, "deve avvenire entro il 31 marzo 2014. (Public Policy)

VIC-SOR

© Riproduzione riservata