Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Manovra, il ministero del Lavoro chiede più soldi per fondi non autosufficienti e minori

Manovra, il ministero del Lavoro chiede più soldi per fondi non autosufficienti e minori 13 novembre 2013

Manovra, il ministero del Lavoro chiede più soldi per fondi non autosufficienti e minori

ROMA - (Public Policy) - Aumentare la dotazione del Fondo per le non autosufficienze, del Fondo per i minori stranieri e del Fondo Infanzia e adolescenza. Queste, da quanto apprende Public Policy, alcune richieste di modifica alla Manovra arrivate dal ministero del Lavoro e contenute in un emendamento al vaglio degli uffici legislativi di Palazzo Chigi e della Ragioneria dello Stato.

Come anticipato ieri, dai vari dicasteri sono arrivati al ministero dei Rapporti con il Parlamento circa 70 emendamenti alla Manovra: si va da richieste su esodati a nuove norme per il teatro Petruzzelli di Bari, passando per un ulteriore finanziamento della Cig. Tutti questi emendamenti dovranno però ora essere sottoposti al vaglio degli uffici tecnici. Lo stesso vale per la ventina di proposte che dovrebbero arrivare dalla presidenza del Consiglio e da un pacchetto di 5 emendamenti del Mef. Lo riferiscono fonti interne a Palazzo Chigi.

Per quanto riguarda l'emendamento del ministero del Lavoro sul rifinanziamento dei Fondi, si apprende, si chiede di passare la dotazione del Fondo per la non autosufficienza dai 250 milioni di euro disposti nella Manovra a 275 milioni di euro per il 2014. Per quanto riguarda il Fondo per i minori stranieri, si legge in una bozza dell'emendamento, si chiede di incrementarlo dai 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2015 e 2016 a "50 milioni per il 2014, e altrettanti per il 2015 e il 2016". Nell'emendamento il ministero chiede anche che la dotazione del Fondo per l'infanzia e l'adolescenza "sia incrementata di 15 milioni di euro per il 2014, 2015 e 2016". (Public Policy)

VIC-SOR

© Riproduzione riservata