Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Manovra, vendita spiagge unisce Pdl Pd e Lega

spiagge 12 novembre 2013

Manovra, vendita spiagge unisce Pdl Pd e Lega

ROMA  (Public Policy) - Non solo Pdl, ma anche il Pd e la Lega propongono la vendita degli stabilimenti turistici e l'ampliamento delle concessioni per le spiagge. Tra gli emendamenti al ddl Stabilità, infatti, a disporre la sdemanializzazione delle spiagge non è solo parte di un emendamento del relatore del Pdl, Antonio D'Alì ma diversi altri emendamenti, del Pdl, del Pd e anche della Lega.

In particolar modo due emendamenti del Pdl, rispettivamente a prima firma Bonfrisco e Gasparri, uno del Pd a prima firma Granaiola, uno della Lega a prima firma Comaroli, sono quasi del tutto uguali alla parte sulle spiagge dell'emendamento di D'Alì e prevedono di privatizzare, e quindi vendere, la parte della spiaggia coperta da immobili, ovvero "le aree comprese tra la dividente demaniale e la linea di costa occupate da manufatti destinati ad attività di servizi con finalità turistiche", preservando il diritto di prelazione e un prezzo di favore a chi ha già gli stabilimenti in concessione. Tutti propongono di utilizzare i 5-10 miliardi di risorse in più per rimpolpare il fondo di garanzia per i mutui destinati agli investimenti nel settore del turismo. Per quanto riguarda le spiagge il Pd propone di prevedere concessioni non inferiori ai 20 anni e non superiori ai 30. La prima firmataria Granaiola spiega che l'emendamento è maturato da un incontro tra le associazioni di categoria a cui era presente anche il sottosegretario all'economia Pierpaolo Baretta.

Stop pagamento canoni fino a giugno 2014

Sempre Pd, Pdl e Lega propongono anche vari emendamenti uguali, a prima firma Granaiola (Pd), Bonfrisco (Pdl), Gasparri (Pdl), Comaroli (Lega), volti a bloccare, da parte dei concessionari di stabilimenti balneari, i pagamenti dei canoni demaniali fino a giugno 2014. Il Pd propone come data ultima il 15 giugno, mentre Pdl e Lega il 30 giugno. Alle minori entrate, quantificate in 65/70 milioni di euro, si fa fronte aumentando a 2mila euro il canone minimo di concessione per le spiagge. (Public Policy)

VIC-SOR

© Riproduzione riservata