Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Mare Nostrum, Boldrini: non ci sia vuoto tra disimpegno Italia e impegno Ue

boldrini 09 ottobre 2014

ROMA (Public Policy) - "Quello che succede in mare deve essere all'attenzione di tutti gli Stati europei, perchè quel mare (il Mediterraneo; Ndr) è Schengen. Sono orgogliosa di dire che il nostro Paese sta facendo ampiamente la propria parte e non si è fatto fagocitare dall'egoismo. Ogni Paese dovrà farsi carico dei richiedenti asilo e dell'accoglienza, ma da condividere c'è la responsabilità del salvataggio in mare. Si discute molto di Frontex o Triton, ma io chiedo solo che non ci sia un vuoto tra l'eventuale riduzione di impegno da parte dell'Italia e la presa in carico da parte dell'Europa".

Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, introducendo il convegno, in corso alla Camera, dal titolo "Le crisi a Gaza e in Siria: l'impatto umano - La prospettiva dell'Unrwa e degli operatori dell'informazione".

Il convegno si svolge in occasione della visita in Italia di Pierre Krahenbuhl, commissario generale dell'Agenzia delle Nazioni Unite per l'assistenza ai rifugiati palestinesi (Unrwa). Boldrini, dal 1998 al 2012, ha ricoperto l'incarico di portavoce dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata