Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

MEDIO ORIENTE, TERZI: PALESTINA ALL'ONU, ITALIA HA VOTATO IN MANIERA PONDERATA

onu 30 novembre 2012

(Public Policy) - Roma, 30 nov - Quella dell'Italia sul voto
all'Onu in merito allo status della Palestina è stata "una
decisione ponderata". Lo ha detto il ministro degli Esteri
Giulio Terzi, in merito al voto di ieri sera che, con 138 sì
(tra cui Italia, Spagna e Francia), 9 no (tra cui Usa e
Israele) e 41 astensioni (tra cui Germania e Gran Bretagna),
ha approvato con una risoluzione l'ingresso dell'Anp
(Autorità nazionale palestinese) come Stato 'osservatore'
(stesso status del Vaticano).

L'ANP ASCOLTI NOI E GLI INGLESI
"Sono convinto - ha detto ancora Terzi - che l'impegno ora
è quello di ottenere un vero rilancio del processo di pace.
Sappiamo di reazioni del momento (israeliane, ma anche
statunitensi; Ndr) che spero possano essere riportate in un
clima di mutua collaborazione tra israeliani e palestinesi.
È importante porre l'accento su alcuni aspetti posti
soprattutto da Italia e Gran Bretagna e fatti presenti
all'Anp".

Ovvero, "l'impegno a sedersi al tavolo dei negoziati senza
precondizioni e con l'impegno a non utilizzare questo grande
successo" per portare Israele "dinnanzi alla Cpi (Corte
penale internazionale), facendo ulteriore pressione
giuridico-politica su una delle due parti del negoziato".

NESSUNA SPECULAZIONE DI POLITICA INTERNA PALESTINESE
"L'Italia è fortemente convinta - ha concluso il ministro -
dell'importanza di un rapporto di amicizia con Israele e con
i palestinesi, ed è una priorità anche il rapporto con gli
Stati Uniti. L'Italia sostiene il consolidamento del
fondamento democratico dello Stato palestinese che si
configura nell'Anp: non ci sono dunque speculazioni di
politica interna palestinese che si possano fare".

Il titolare della Farnesina fa riferimento ai rapporti tra
i due maggiori partiti politici palestinesi, Fatah (che
governa in Cisgiordania) e Hamas (che governa nella Striscia
di Gaza). Un eventuale voto a sfavore avrebbe - secondo
alcuni - ulteriormente indebolito la leadership moderata
rappresentata dal presidente Abu Mazen, a dispetto del
movimento islamista. (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata