Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Che c'entra il ministero dell'Ambiente con i Clinton?

clinton 11 novembre 2016

ROMA (Public Policy) - "La contribuzione" alla Clinton Global Initiative, "da parte del ministero dell'Ambiente, è stata interrotta dal 2014, anno di insediamento del presente Governo".

A dirlo è stato il viceministro delle Politiche agricole, Andrea Olivero, per conto del ministero dell'Ambiente, rispondendo in aula al Senato ad una interrogazione presentata dal senatore di Forza Italia Lucio Malan "sul presunto finanziamento del ministero dell'ambiente alla fondazione a sostegno" della candidata democratica alle ultime presidenziali Usa, Hillary Clinton.

Il viceministro ha spiegato che "il ministero dell'Ambiente ha aderito in passato alla fondazione Clinton Global Initiative, negli anni 2009, 2010, 2011, 2013, corrispondendo per ciascuno di questi anni la quota associativa prevista di 20mila dollari", ovvero circa 14mila all'anno.

Olivero, riportando la risposta del ministero dell'Ambiente, ha spiegato che la fondazione investe in quattro aree tematiche: economic empowerment, istruzione, ambiente ed energia, global health.

Il viceministro ha quindi evidenziato come la fondazione dia "vita ad azioni di avvicinamento a modelli di sostenibilità ambientale e alla presentazione di progetti nell'ambito dello sviluppo sostenibile e della convenzione quadro dell'Onu sui cambiamenti climatici nei Paesi in via di sviluppo, a cui era destinata la contribuzione dell'Italia". (Public Policy) NAF

© Riproduzione riservata