Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il Mipaaf punta sui cavalli: cercasi 12 eccellenze equine

cavalli 13 luglio 2017

ROMA (Public Policy) - Il ministero delle Politiche agricole ha firmato il decreto con il quale approva il progetto di valorizzazione del cavallo italiano per competizioni di 'alto livello' nelle discipline olimpiche e nell’endurance.

Per il 2018 saranno inseriti nel programma massimo 12 cavalli, di cui 10 per le discipline olimpiche (salto ad ostacoli, concorso completo di equitazione e dressage) e 2 per l’endurance individuati tra i nati negli anni 2010, 2011 e 2012.

Oltre ai cavalli già inseriti nel programma e che saranno giudicati meritevoli di proseguire l'attività, ne saranno individuati altri, nel massimo totale di 12, per scelta tecnica, tra quelli che hanno partecipato alle finali Mipaaf del salto ad ostacoli, concorso completo di equitazione, dressage ed endurance, da una commissione composta da due tecnici, di cui uno nominato dal Mipaaf ed uno dalla Fise.

Il programma è finaziato con una massimo di 250mila euro, 125mila a carico del Mipaaf, l'altra metà della Federazione italiana sport equestri (Fise). A favore del proprietario di ciascun cavallo è previsto un contributo annuo di 15mila euro per i nati nel 2012, 20mila per i nati nel 2011 e 30mila per i nati nel 2010.

Con i proprietari la Fise stipulerà una convenzione che prevede il vincolo della carriera sportiva in favore della Federazione fino all’età di 12 anni. I proprietari dovranno affidare i loro soggetti a cavalieri individuati in accordo con la Federazione. (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata