Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il monopolio della cannabis in Manovra, Si-Sel ci prova

cannabis 17 novembre 2016

di Fabio Napoli

ROMA (Public Policy) - Istituire il monopolio della cannabis e dei suoi prodotti derivati e destinare le maggiori entrate nelle casse dello Stato, nel limite di 5 miliardi, alla lotta alla povertà o all'emergenza terremoto.

Sinistra italiana-Sel, con due emendamenti alla legge di Bilancio, prova a far rientrare dalla finestra quello che non è riuscito a far entrare dalla porta.

Le due proposte emendative, che per il momento hanno passato il vaglio delle ammissibilità in commissione Bilancio alla Camera, riprendono una parte della proposta Giachetti (Pd) sulla legalizzazione della cannabis, che proprio oggi ricomincerà il suo iter nelle commissioni Giustizia e Affari sociali dopo il brevissimo passaggio in aula di luglio (la pdl, con decisione della capigruppo, è stata ufficialmente rinviata in commissione a ottobre).

Entrambi gli emendamenti aggiungono un articolo alla manovra e prevedono che la coltivazione, la lavorazione e l'immissione sul mercato della cannabis e dei suoi prodotti derivati, ovverosia i prodotti della pianta classificata botanicamente nel genere cannabis, siano "soggette a monopolio di Stato in tutto il territorio della Repubblica".

continua -in abbonamento

@ShareTheRoadFab

© Riproduzione riservata