Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Non solo elezioni: la proposta Tocci-Astorre sui municipi

roma 09 maggio 2016

di Luca Iacovacci

ROMA (Public Policy) - Non solo candidature e programmi sulle prossime elezioni per Roma ma anche disegni di legge per trasformare i 'vecchi' municipi in Comuni e prevedere l'elezione diretta dei consiglieri metropolitani. Che diventano 45.

È firmato da Walter Tocci e Bruno Astorre (Pd) un progetto di legge a Palazzo Madama che reca disposizioni per la Città metropolitana di Roma capitale.

I proponenti, come si legge nella relazione che precede l'articolato, auspicano "una rapida approvazione parlamentare, per consentire, già in occasione del prossimo rinnovo degli organi elettivi, di andare a votare direttamente per la Città metropolitana".

"Non avrebbe, infatti, senso - si legge ancora - tornare a votare per gestire la 'vecchia' macchina comunale che ormai non è più in grado di funzionare, indipendentemente da chi la guidi".

Il ddl, presentato alla presidenza del Senato il 25 gennaio scorso, è stato stampato solo in settimana (dipende dai tempi di restituzione delle bozze al servizio adibito a Palazzo Madama) ed è quindi pronto, ora, per essere assegnato all'esame delle competenti commissioni parlamentari.

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata