Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Ogm, Castiglione: il 13 dicembre Consiglio ue per rivedere regolamento europeo

Ogm 15 novembre 2013

mais

LO DICE IL SOTTOSEGRETARIO ALLE POLITICHE AGRICOLE IN AULA ALLA CAMERA

ROMA - (Public Policy) - "Il prossimo 13 dicembre si svolgerà un Consiglio Ue dei ministri dell'Ambiente per riconsiderare la proposta di rivedere il regolamento della commissione, datato 2010, che voleva consentire le coltivazioni Ogm anche per motivi diversi da quelli sanitari.

È un ottimo risultato che questo Consiglio si tenga prima della fine dell'anno". Lo dice in aula alla Camera il sottosegretario alle Politiche agricole Giuseppe Castiglione, rispondendo a un'interpellanza del Pd (primo firmatario Giorgio Zanin). Per il caso di Pordenone, dove in alcuni territori della provincia è stato seminato del mais Ogm MON810, Castiglione precisa come siano stati fatti "accertamenti e prelevamenti anche in alveari in terreni limitrofi, per verificare contaminazioni, svolgendo accertamenti sulla paventata moria di imenotteri". "Al momento i campioni sono sotto analisi in Umbria, ma la situazione - precisa il sottosegretario - è monitorata attentamente. Chi ha seminato lo ha fatto precedentemente al decreto interministeriale del 12 luglio 2013 (che ha bloccato temporaneamente la coltivazione in Italia di Ogm; Ndr), procedendo dopo una semplice comunicazione alla Regione, secondo quanto sostenuto dalla Corte di giustizia Ue nel 2012, ovvero che la messa in coltura di Ogm come il mais MON810 non può essere assoggettata alla legislatura nazionale".

"Tenendo conto che sulla materia le competenze sono complesse - continua Castiglione - verticalmente ma anche orizzontalmente, appare funzionale in termini di soluzioni giuridiche che qualsiasi normativa sia correlata a quanto emergerà nella riunione del Consiglio Ue". Per il sottosegretario è "indispensabile una revisione della disciplina comunitaria" sugli organismi geneticamente modificati, mentre sul fronte interno è "evidente che per evitare comportamenti contrari alle norme nazionali, serve definire meglio misure di coesistenza, sanczioni e zone Ogm free". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata