Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Le cinque osservazioni sul Def della Lavori pubblici Senato

tasse 22 aprile 2015

ROMA (Public Policy) - "Nel condividere l'esigenza di fondo di rivedere l'elenco delle grandi opere pubbliche concentrandosi su quelle aventi carattere realmente strategico, si evidenzia la necessità di attendere, per una compiuta valutazione, la lista definitiva che sarà stilata all'esito del confronto tra il governo e le Regioni, chiedendo anche un adeguato coinvolgimento del Parlamento. A tale proposito si dovranno tenere in particolare considerazione anche le opere, ancorché non incluse nell'allegato 3, la cui progettazione e/o realizzazione sia in avanzato stato di definizione, incluse quelle finanziate anche con il concorso di capitali privati".

Questa una delle cinque osservazioni allegate al parere favorevole sul Def espresso dalla commissione Lavori pubblici al Senato. In materia di Tpl la commissione ritiene "indispensabile ridefinire in termini strutturali l'intera politica del comparto, attraverso un confronto ampio con gli enti territoriali e una programmazione di medio-lungo termine delle risorse e degli interventi, con una particolare attenzione ai collegamenti intermodali e ai grandi nodi urbani, specificando in maniera più articolata le modalità di realizzazione dei collegamenti tra la rete ferroviaria Av e i grandi aeroporti intercontinentali".

Per quanto riguarda il Piano nazionale per le città, la commissione Lavori pubblici del Senato "auspica che, ferma restando l'esigenza di un coordinamento delle politiche a livello nazionale, si assicurino ai comuni e agli altri enti territoriali interessati adeguati spazi di autonomia decisionale in materia di gestione delle realtà metropolitane, attribuendo loro i necessari strumenti di progettazione e di finanziamento degli interventi".

Infine la VIII commissione di Palazzo Madama raccomanda, quanto al Piano strategico per la banda ultralarga, "un forte coordinamento delle politiche e delle azioni a livello centrale, al fine di non disperdere gli sforzi e di assicurare una celere realizzazione degli interventi e una gestione ottimale delle risorse". (Public Policy) VIC

© Riproduzione riservata