Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

PA, MEF: TETTO DI CIRCA 300MILA EURO PER MANAGER RAI, FS, ANAS

19 settembre 2013

PA, MEF: TETTO DI CIRCA 300MILA EURO PER MANAGER RAI, FS, ANAS

foto La Presse

TETTI PROGRESSIVI PER AZIENDE PARTECIPATE

(Public Policy) Roma, 19 set - Anche i manager di Rai,
Ferrovie e Anas
avranno un tetto allo stipendio pari a
quello del primo presidente della Corte di Cassazione
(302.937,12 euro nel 2012). Per tutte le altre società non
quotate controllate direttamente dal Tesoro il tetto agli
stipendi degli ad sarà "proporzionale", ovvero, a seconda
della grandezza dell'azienda, potranno oscillare dall'80% al
50% di 394mila euro. Lo prevede lo schema di decreto del
ministero dell'Economia
, trasmesso alle commissioni
parlamentari competenti.

Per le società più grandi, viene disposto, si fissa come
livello massimo della retribuzione l'emolumento del primo
presidente della corte di Cassazione (394mila euro). Questo
limite, secondo la simulazione allegata al decreto, si
applica agli amministratori di Anas, Ferrovie dello Stato e
Rai.

Le altre 18 società non quotate controllate dal Tesoro sono
divise in altre due fasce, secondo le dimensioni, con
retribuzioni pari rispettivamente all'80% e al 50% del
riferimento. Nella seconda (80%) rientrano Invitalia, Coni
servizi, Consap, Consip, Enav, Eur, Gse, Istituto
Poligrafico e Zecca dello Stato, Sogei, e Sogin. Ai manager
di altre otto società spetteranno stipendi pari al 50% del
riferimento: Arcus, Cinecittà luce, Italia lavoro, Ram,
Sicot, Mefop, Sogesid e Studiare sviluppo. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata